EDITORIALE - Dopo golpe, modello-Erdogan: l’islamizzazione della democrazia

20 luglio 2016 ore 11:15, Fabio Torriero
Paradosso-Turchia, paradosso-Ue. Le due cose sono legate strettamente. 
L’ingresso del paese di Erdogan nel consesso continentale pone dei seri dubbi. Bisogna ammetterlo. Dubbi che hanno a che vedere col rapporto tra Islam e integrazione, religione e Stato di diritto. Prendiamo il cosiddetto golpe di qualche giorno fa. Vero, falso? Mero pretesto per scatenare un autentico genocidio intestino contro i nemici del presidente? Cioè, purghe terrificanti a soldati, docenti, giornalisti, impiegati, professori: quasi tutte le componenti della società civile. Vero, falso? Nessuno può dirlo con certezza (e la verità forse non la conosceremo mai). 

Ma una cosa è certa (questo è il paradosso): i militari, geneticamente e storicamente laicisti (modello-Ataturk), costretti a difendere la democrazia occidentale con un colpo di Stato, per definizione anti-democratico. E il ”rappresentante” della democrazia (Erdogan), che sta avviando l’islamizzazione della Turchia, che porterà certamente a ridimensionare, se non azzerare
EDITORIALE - Dopo golpe, modello-Erdogan: l’islamizzazione della democrazia
proprio la democrazia (almeno nel senso occidentale). Già l’annuncio dell’introduzione della pena di morte (strumento di pena legale  negli Usa), suona terribilmente sinistro. A questo punto, il consenso dato immediatamente alle prime notizie del golpe militare, da Obama, dalla Merkel e da Renzi, nel nome e nel segno della democrazia e della stabilità (concetto, quest’ultimo, che può essere usato per giustificare qualsiasi dittatura, dal nazismo all’invasione sovietica di Budapest e di Praga), sembra piuttosto il disperato tentativo di salvare capra e cavoli: rapporti commerciali con la Turchia e “negoziazione a condizione” dell’accesso di Erdogan nella comunità europea. Il punto è proprio questo: si possono dettare condizioni a Erdogan? L’islamizzazione della democrazia è un processo che si può accettare, con tutti i rischi che ne derivano (basti vedere le reazioni violente in Turchia, nel nome di Allah), oppure si spera che alla lunga anche i musulmani possano laicizzarsi, secolarizzarsi, come i cattolici? Su questo tema si giocherà il concetto futuro di integrazione e nuova cittadinanza europea.

  E gli immigrati di religione islamica dovranno dimostrare di saper fare la loro parte.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]