Due ultrà e anarchici dietro a bombe nelle chiese a Fermo "contro l'ordine stabilito"

20 luglio 2016 ore 15:23, Americo Mascarucci
Due persone sono state arrestate dai carabinieri di Ascoli Piceno in collaborazione con i Ros di Ancona perché ritenute responsabili degli attentati con esplosivo contro quattro chiese dell’arcidiocesi di Fermo tra febbraio e maggio scorsi.
I due fermati sono entrambi di Fermo e avrebbero colpito le Chiese per protesta contro "l'ordine costituito" come emergerebbe dal materiale rinvenuto nell'abitazione di uno dei due, passato dall'estrema destra all'anarchismo.
Il primo M.B. ha 30 anni, mentre M.P. ne ha 44. Secondo le prime indiscrezioni, non vi sarebbe un movente politico dietro gli attentati con ordigni esplosivi. 
I due apparterrebbero all'ambiente degli ultrà della Fermana e sarebbero in qualche modo legati ad Amedeo Mancini, in carcere per l’omicidio del nigeriano Emanuel Chidi Namdi.
I due si stavano per imbarcare su un volo per Londra, e per questo motivo i carabinieri hanno effettuato subito l'arresto. 
Le indagini andavano avanti da alcuni mesi. 
Almeno tre gli episodi contestati. 
Gli ordigni, tutti potenzialmente pericolosi, sono stati fatti deflagrare di fronte ad alcune chiese causando gravi danni. I primi obiettivi erano stati, tra febbraio e marzo, il Duomo e la chiesa di San Tommaso. Poi è toccato, nella notte tra il 12 e il 13 aprile, alla chiesa di San Marco alle Paludi, parrocchia retta da monsignor Vinicio Albanesi della Comunità di Capodarco. 
In casa di uno i carabinieri hanno trovato e sequestrato alcuni libri che testimonierebbero gli orientamenti anarchicvi. 

Sarebbe stato lui a dare incarico all'altro fermato di confezionare gli ordigni che avrebbero poi materialmente posizionato insieme nei luoghi da colpire. 
"Siamo una chiesa che dà fastidio" aveva detto lo stesso don Vinicio in occasione dell'attentato a San Marco. 
Due ultrà e anarchici dietro a bombe nelle chiese a Fermo 'contro l'ordine stabilito'
Poi, dopo l'omicidio di Emmanuel, il sacerdote aveva rilevato che dietro gli episodi vi sarebbe "un contenitore di un magma formato da violenza, aggressività, frustrazione, esibizionismo, schegge impazzite in grado di coagularsi all'occorrenza".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]