L'Italia in "green" più al Nord: cresce la raccolta differenziata

20 maggio 2015, Orietta Giorgio

L'Italia in 'green' più al Nord: cresce la raccolta differenziata
L’ecologia è contagiosa e gli italiani si convertono alla differenziata. L'ambiente, le risorse e il territorio sono strettamente legati al nostro benessere, per questo si continua a crescere nella consapevolezza di dover intervenire concretamente agendo nel quotidiano: i dati sono positivi, il Paese diventa sempre più "verde".

I dati diffusi dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) evidenziano un incremento del 7% nel rapporto tra rifiuti urbani e differenziata, passando così dal 35,30 al 42,30%. Tra l’altro è diminuita la quantità di rifiuti non riciclabili, nel periodo preso in considerazione dall’Ispra, dal 2010 al 2013, le tonnellate di spazzatura sono scese da 32,4 milioni di tonnellate a 29,5.

Le città più pulite d’Italia? In pole position, a sorpresa, troviamo i piccoli centri urbani e una grande città su tutte, Milano, che, nonostante l’incremento della popolazione, non ha avuto un aumento della spazzatura prodotta, calata di 42mila tonnellate e questo tenendo sempre presente la cura riguardo la raccolta differenziata che è passata dal 34,71 al 42,51%.

Una "spaccatura" tutta italiana: nel Nord Italia il rapporto tra rifiuti urbani e differenziata è il 54,43%, mentre al Sud è di appena il 28,86%.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]