Scuola, occupato Ministero dell'Istruzione: Giannini assente "sotto assedio"

20 maggio 2015, intelligo
Scuola, occupato Ministero dell'Istruzione: Giannini assente 'sotto assedio'
E' successo la scorsa notte davanti al MIUR dell'Unione degli Studenti contro la Buona Scuola di Renzi & Giannini. A Roma il presidio è in piazza Montecitorio ma serviva un'azione eclatante "per lanciare la nuova ondata di proteste per il giorno del voto finale alla Camera del ddl Buona Scuola". 

"Negli ultimi tre giorni - spiegano in una nota - si sono susseguite assemblee, scioperi bianchi, lezioni in piazza, blocchi stradali e catene umane per urlare a gran voce che la scuola e la democrazia sono nelle nostre mani, contro le imposizioni dall'alto". 

Ma al Miur non c'era la Giannini che a causa dei lavori parlamentari sulla riforma era impegnata altrove. E così è scattata l'indignazione mista a delusione: “Nonostante mesi di proteste e le grandi manifestazioni di dissenso di queste settimane il Governo continua l'iter legislativo senza tenere realmente conto delle rivendicazioni e delle proposte portate avanti da studenti e insegnanti - dicono gli occupanti - Volevamo ribadire queste cose al ministro che però ha preferito annullare la sua visita per evitare le proteste”. 

Gli occupanti sono studenti universitari e lavoratori Cub, che hanno raggiunto gli uffici ai piani superiori. In corso Vittorio è arrivato anche il direttore dell'ufficio scolastico, Fabrizio Manca, che ha incontrato gli studenti. 

Ma l'occupazione non sarà eterna, dicono loro: “Vogliamo continuare a dire che la loro idea di scuola non ci piace, anche nel giorno dell'approvazione”. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]