Pavoletti sogna Euro2016: "Come Schillaci e Rossi", ma Conte sceglierà altri

20 maggio 2016 ore 14:24, Andrea De Angelis
"Pavoloso", oppure "Sparviero". Così lo chiamavano e lo chiamano ancora i tifosi. Sì, quest'anno è stato decisamente favoloso per un attaccante che a 28 anni sembra aver raggiunto la sua consacrazione. Venti i goal realizzati con la maglia del Genoa, proprio come nella sua migliore stagione, due anni fa in quel di Varese. Ma non in Serie A. 

Il suo nome infatti prima di quest'anno era sconosciuto ai più. Eppure il Genoa (e Gasperini) hanno creduto in lui. Certo, pensare alla Nazionale la scorsa estate era poco più di un miraggio. Come vedere l'acqua nel deserto. Invece no, ora è arrivata la convocazione, ma manca quella ufficiale. Pavoletti non si illude: "Ho il 25% di possibilità di andare in Francia", dice. Perché il suo nome non è tra i primi del reparto offensivo azzurro per i prossimi Europei. Prima di lui alcuni pupilli di Conte, come Zaza e Pellè. Proprio quest'ultimo ha caratteristiche simili a Pavoletti ed è difficile immaginarli insieme. A meno che non venga sacrificato Immobile, un altro al quale Conte ha sempre dimostrato di voler dare grande spazio. Proprio il "Ciro" del Torino insieme a Zaza dovrebbe formare la coppia di titolari, con Insigne pronto a dare fantasia poco dietro. Insigne e basta, visto che un po' a sorpresa il commissario tecnico ha lasciato fuori un certo Giovinco che ha incantato gli Stati Uniti. Fuori anche El Shaarawy, nonostante negli ultimi mesi avesse fatto meglio (e di molto) di un certo Eder. 
Insomma, la convocazione appare tutt'altro che scontata per il centravanti livornese. "Sarebbe un sogno ripetere quello che hanno Paolo Rossi e Totò Schillaci, ma ognuno ha la propria storia. L'infortunio mi ha un po' condizionato, ma ora mi sto allenando bene e spero di convincere il ct", dice ancora Pavoletti. 

Pavoletti sogna Euro2016: 'Come Schillaci e Rossi', ma Conte sceglierà altri
Vediamo allora i preconvocati. Fra i portieri, Conte ha chiamato per la prima volta nella sua gestione anche Mirante: lui, Marchetti e Sportiello si giocheranno il posto alle spalle di Buffon e Sirigu lasciato libero dall'infortunio di Perin. Mancano i giocatori di Juventus e Milan impegnati nella finale di Coppa Italia (ma c'è Bonucci, squalificato per sabato), come Thiago Motta, appunto Sirigu, Darmian, Okaka, tutti ancora a disposizione dei loro club per l'ultimo atto delle coppe nazionali.

Questi la lista completa dei giocatori: 

Portieri: Federico Marchetti (Lazio), Antonio Mirante (Bologna), Marco Sportiello (Atalanta);
 
Difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Davide Astori (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Armando Izzo (Genoa), Angelo Obinze Ogbonna (West Ham), Lorenzo Tonelli (Empoli);
 
Centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Danilo Cataldi (Lazio),
Daniele De Rossi (Roma), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Jorge Luiz Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria), Davide Zappacosta (Torino);
 
Attaccanti: Fabio Borini (Sunderland), Citadin Martins Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Leonardo Pavoletti (Genoa), Graziano Pellè (Southampton).
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]