Il sessismo vien Di Maggio (il senatore)? Il Pd si attiva per le "senatrici con gravidanze isteriche"

20 marzo 2014 ore 19:18, intelligo
Il sessismo vien Di Maggio (il senatore)? Il Pd si attiva per le 'senatrici con gravidanze isteriche'
Il dibattito sulla parità di genere per le prossime elezioni europee ha visto nascere una polemica.
Sono gli esponenti Pd a scrivere al presidente del Senato Grasso e a chiedergli di intervenire per alcune accuse sessiste. Ma entriamo nella cronaca. Il problema è il linguaggio utilizzato dal senatore Tito Di Maggio nel corso del dibattito sulla parità di genere alle Europee che ha parlato di "codardia di molte donne che siedono in quest'Aula" e di "gravidanza isterica" riferendosi alle senatrici. Per questo i piddini parlano di "cammino ancora lungo, siamo consapevoli, e non siamo preoccupati, perchè abbiamo fiducia nelle donne e negli uomini di buona volontà. Tuttavia vorremmo segnalare un problema che esula dalle differenze emerse nel dibattito: quello relativo al linguaggio sessista usato dal Senatore Di Maggio". E la richiesta è che non si ripetano più simili episodi che non esitano a definire incivili, oltre che gravemente lesivi della dignità delle donne, del Senato e della politica. Poi puntano il dito sulla senatrice Lanzillotta, che durante il suo turno di Presidenza, "non ha ritenuto di richiamare il Senatore Di Maggio per il linguaggio usato, nonostante vi fossero richieste in proposito".  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]