Intifada alle porte, Israele ferma il muro ma è scontro con la Francia

20 ottobre 2015, Americo Mascarucci

Intifada alle porte, Israele ferma il muro ma è scontro con la Francia
Lo scoppio di una nuova Intifada è sempre dietro l’angolo, ancora di più dopo l’ultimo attentato avvenuto alla stazione degli autobus di Beersheva (Neghev), nel sud di Israele. Intanto è scontro fra Israele e la Francia.

Il bilancio dell'attentato è stato di tre morti: un soldato israeliano di 19 anni, un cittadino immigrato eritreo, scambiato per 'terrorista' e l'attentatore. La polizia ha poi riferito di 20 feriti, tra cui cinque poliziotti, in maniera lieve, e almeno altrettanti civili, alcuni gravi. Inizialmente tra i feriti c'era anche il cittadino eritreo colpito per sbaglio dagli agenti, che lo avevano preso per uno degli assalitori. L'uomo è poi morto in ospedale. L'autore dell'assalto, un arabo, invece, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco.  Dall'inizio di ottobre, la nuova spirale di violenza esplosa in Israele ha provocato l'uccisione di almeno 43 palestinesi e di almeno sette israeliani. 

Per il dirigente di Hamas Fathi Hammad, "questa intifada continuerà fino alla liberazione di Gerusalemme, della Cisgiordania e della intera Palestina. Sosterremo l'intifada di Gerusalemme col nostro lavoro e col nostro sangue". Intanto un altro dirigente di Hamas, Mahmud a-Zahar ha affermato di augurarsi che le violenze in corso sfocino in una "intifada armata". E naturalmente i presuipposti perchè ciò avvenga ci sono tutti, anche perché dall'esterno  elementi dell'Isis si starebbero infiltrando nelle fila di Hamas estremizzando le posizioni.

Il premier Benjamin Netanyahu ha oggi ordinato lo stop al posizionamento di altre barriere in città per separare i quartieri ebrei da quelli arabi. Lo scrive Times of Israel spiegando che la decisione è arrivata dopo le numerose critiche della comu8nità internazionale.

Intanto Israele ha richiamato l'ambasciatore francese per protestare contro la proposta della Francia di inviare osservatori internazionali sulla Spianata delle Moschee. Un colloquio molto duro che ha allontanato ancora di più i due paesi. La Francia infatti accusa Israele di essere responsabile del fallimento dei colloqui di pace e di agevolare lo scoppio di una nuova Intifada. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]