Amcli: in arrivo nuovi antibiotici contro i super batteri. Ma quando vanno presi?

20 ottobre 2015, Adriano Scianca
Amcli: in arrivo nuovi antibiotici contro i super batteri. Ma quando vanno presi?
Anche l'Amcli, l'Associazione microbiologi clinici italiani, in questi giorni riunita in congresso a Rimini, si schiera nella battaglia in favore dei vaccini

"È giunto il momento – ha detto Pierangelo Clerici, presidente dell'associazione - di affermare a chiare lettere e senza esitazione alcuna che occorre sostenere con forza la massima adesione alla campagna in favore delle vaccinazioni infantili. Posizioni demagogiche diffusesi negli anni creano non solo concreti pericoli e rischi per molti bambini ma, di conseguenza, pongono a rischio intere comunità. Amcli sostiene quindi con fermezza ogni sforzo che sia volto non solo all’adesione al piano di vaccinazioni ma aiuti anche a ristabilire una corretta informazione circa i vantaggi che dette campagne portano alla comunità". 

Ma al congresso si è soprattutto parlato di nuovi antibatterici capaci di sconfiggere i batteri resistenti a tutti gli antibiotici, sui quali piccole aziende e i gruppi di ricerca indipendenti hanno da poco ripreso le attività di ricerca dopo anni in cui si era smesso di produrne di nuovi. 

Ma quando è il caso di prendere gli antibiotici? Ovviamente quando lo... prescrive il medico. 

In generale si somministrano antibiotici per curare le malattie provocate dalle oltre 200 specie di batteri patogeni note. Tra le più note, cistite, tonsillite con placche e febbre, polmonite, alcuni tipi di otite. E vengono consigliati in via preventiva da dentisti e chirurghi in casi di intervento, per evitare complicazioni post operatorie. Sono invece inutili nei casi delle infezioni di origine virale, come l'influenza o il raffreddore.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]