Melanoma: oltre la forma, conta il numero. Occhio a più di 11 nei sul braccio

20 ottobre 2015, intelligo
Melanoma: oltre la forma, conta il numero. Occhio a più di 11 nei sul braccio
Se hai più di 11 nei sul braccio sei a rischio melanoma. Lo dice uno studio portato avanti da un ricercatore italiano che opera al King's College di Londra. Il principio è semplice: la presenza di undici nei sul braccio può indicare un rischio più alto di sviluppare il cancro della pelle rispetto alla media. 

Perché? Secondo lo studio italo-londinese guidato da Simone Ribero, i nei sulla cute del braccio svolgono una sorta di funzione-sentinella per il resto del corpo. In pratica, sono un indicatore circa le altre “macchioline” distribuite in tutto il corpo. Il concetto evidenziato dallo studio è che più nei vengono riscontrati sulla pelle, maggiore è la probabilità che qualcuno di questi si possa trasformare in melanoma: per il ricercatore del King's College si tratta di un rischio cinque volte superiore se i nei complessivi superano il centinaio.

Lo studio, pubblicato sul 'British Journal of Dermatology' e ripreso dai media britannici, è caratterizzato dall’analisi condotta per otto anni su tremila gemelle residenti in Gran Bretagna. Gli esperti hanno raccolto informazioni dettagliate sul tipo di cute e di nei e lentiggini presenti sul corpo. Risultato: le donne con più di 7 nei sul braccio destro presentavano un rischio 9 volte maggiore di averne più di 50 su tutto il corpo, e quelle con più di 11 avevano più probabilità di averne oltre 100. Il campanello d’allarme resta l’evoluzione dei nei che da piccole macchie piatte sulla pelle e del tutto innocue, possono cambiare forma e colore. In questo caso occorre verificare l'anomalia rivolgendosi a uno specialista della pelle. 

L’autore della ricerca, Simone Ribero, spiega: “I risultati del nostro lavoro potrebbero avere un impatto significativo sulle cure primarie. I medici, infatti, potrebbero stimare con maggiore precisione il numero totale di nei in un paziente in modo estremamente rapido e tramite la semplice osservazione di una parte del corpo accessibile e facile da visionare”. 

Al primo posto, resta comunque la prevenzione e, nel caso specifico il monitoraggio dei nei e della loro “vita” sul braccio. La novità evidenziata dallo studio rispetto alle indicazioni già note relative alla forma, alle dimensioni, alla colorazione e allo spessore, riguarda il fatto che per la prima volta la ricerca focalizza l'attenzione proprio sul numero di "macchioline" presenti sulla pelle e indica il braccio come "sentinella" di eventuali anomalie. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]