Renzi e Ue: la manovra "nelle regole", i migranti no

20 ottobre 2016 ore 13:13, Lucia Bigozzi
Tra l’Italia e Bruxelles ci sono conti che non tornano e che rischiano di alzare la tensione. Il premier Renzi non nasconde irritazione per le ‘osservazioni’ europee sui numeri della manovra, alias legge di bilancio 2017. Il braccio di ferro è questo: da un lato la Commissione Ue chiede a Roma che il deficit strutturale scenda nel 2017 dall’1,2 per cento allo 0,7% rispettando così le disposizioni contenute nel Fiscal Compact; dall’altro il governo italiano sostiene che tra le spese per l’emergenza immigrazione e quelle per il terremoto di agosto nel Centro Italia ci sarebbero 7 miliardi di euro da tirare fuori o tenere fuori dal Patto di stabilità. Risorse che rappresentano esattamente lo 0,4 per cento di differenza che Bruxelles contesta a Roma. Così Renzi ribadisce che la manovra giusta e corretta e che semmai è l’Europa a doversi guardare allo specchio. “Perplessità sui nostri conti? Va bene, allora arrivi pure una procedura di infrazione da Bruxelles ma non per noi, per quei Paesi che non hanno accettato la relocation dei migranti”, è il ragionamento di Renzi che non a caso rilancia sul fatto che “la manovra fissa il deficit al 2,3%, ovvero il più basso da anni”. Replica dall’Europa? Se da un lato il commissario all’Economia Pierre Moscovici usa toni concilianti come aveva già fatto nelle settimane scorse sull’opzione ‘più flessibilità’ chiesta da Roma, dall’altro il presidente del ‘governo europeo’ Jean Claude Juncker, mostra il pugno di ferro o comunque un atteggiamento molto risoluto sul rispetto delle regole europee. 

Dunque potrebbe prospettarsi un nuovo braccio di ferro che Renzi dimostra di voler portare avanti per difendere i conti pubblici dell’Italia e il modo di rimetterli a posto (o quantomeno di contenerli) individuato dal suo governo e in particolare dal super-ministro economico Padoan. Intanto, sul fronte interno ovvero quello parlamentare si stanno già profilando tattiche per ‘correggere’ la manovra di Palazzo Chigi. 

Renzi e Ue: la manovra 'nelle regole', i migranti no
 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]