Panico a Rimini per un incendio, si gettano in 7 dal secondo piano

20 ottobre 2016 ore 11:02, Luca Lippi
Attimi di panico ieri sera a Rimini dove intorno alla mezzanotte, in via Cagnacci all'angolo con via Praga, si è sviluppato un violento rogo al primo piano, fortunatamente disabitato. Le fiamme, però, hanno raggiunto in fretta il secondo piano dove viveva una famiglia albanese di sette persone. 
Le sette persone, come già detto tutte di origine albanese, sono rimaste ferite, fra cui anche alcuni bambini che, per sfuggire alle fiamme e al fumo, si sono gettate dalla finestra riportando diverse lesioni. I vicini hanno portato a terra dei materassi per cercare di attenuare le conseguenze della caduta. Ad avere la peggio una donna di 31 anni, che ha riportato la frattura del bacino e un bambino di sette anni portati all'ospedale di Rimini con un codice rosso, lesioni più lievi per il marito di 40 anni e le figlie di 4 e 8 anni e un neonato di appena tre mesi. Sul posto le squadre dei vigili del fuoco e i carabinieri, ma prima del loro arrivo è subentrata la paura e il panico, motivo per cui con lo scopo di sfuggire a fuoco e fumo, in attesa che arrivassero i soccorsi gli adulti hanno gettato i bimbi dal terrazzo.
Le altre 6 persone, dopo gli opportuni accertamenti che hanno evidenziato un'intossicazione da monossido di carbonio, sono state tutte trasportate all'ospedale di Ravenna per essere sottoposte all'opportuno trattamento nella camera iperbarica.

Panico a Rimini per un incendio, si gettano in 7 dal secondo piano

Quando si incorre in una situazione simile (specie nei casi di incendio) il tempismo è tutto. Siccome il fumo tende a salire, e inalarlo è dannoso assai più che attraversare fiamme vere e proprie, bisogna prima di tutto disporsi carponi se non addirittura distesi a terra e cercare di guadagnare un’uscita magari proteggendo bocca e naso con un panno.
Inalare il fumo, oltre intossicarsi comporta perdita di orientamento e torpore, due condizioni che bisogna assolutamente evitare per reagire a una situazione di emergenza come quella accaduta alla famiglia a Rimini.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]