Pensioni, focus e ultime novità su quattordicesime: il calcolo

20 ottobre 2016 ore 20:48, Luca Lippi
Sempre che si trovino i fondi, sempre che l’Ue conceda la flessibilità, e sempre che le condizioni politiche dopo il 4 dicembre rimangano invariate o poco ‘scosse’ sarà probabilmente confermata la misura (al momento data per certa) di concedere un aumento e la quattordicesima mensilità non soltanto i cittadini con redditi fino a 750 euro.
Concretamente, nella Legge di Bilancio 2017 l’aumento di pensione e quattordicesima sarà garantita anche ai titolari di pensioni fino a 1.000 euro. 
L’aumento della pensione interesserà circa 3,3 milioni di pensionati, per i quali sarà quindi garantita la quattordicesima mensilità sull’assegno pensionistico. 
Così come annunciato dal Ministro del Lavoro Poletti, la misura per aumentare la quattordicesima per i pensionati è stata inserita nella manovra finanziaria del Governo per il triennio 2017/2019. 
Ora la proposta di Legge è al vaglio di Bruxelles, e non entusiasma troppo i burocrati Ue che accennano a un discreto nervosismo per l’eccessiva pretesa.

In ogni caso, allo stato dell’arte, ecco per chi, e quanto, aumenta la quattordicesima 
Con l’approvazione della Legge di Bilancio 2017 saranno 1,2 milioni di pensionati in più a beneficiare della quattordicesima sulla pensione.
Fino ad oggi la quattordicesima sulla pensione era garantita soltanto ai pensionati con reddito annuo inferiore a 9.786,85 euro lordi l’anno, ovvero 750 euro mensili. L’intervento del Governo per aumentare la quattordicesima ha esteso sia la platea dei pensionati beneficiari che l’importo.
Si passerà dall’importo massimo di 750 euro di pensione al mese a 1.000 euro per poter avere il diritto alla quattordicesima mensilità. 

Pensioni, focus e ultime novità su quattordicesime: il calcolo

La manovra finanziaria per il prossimo triennio ha infatti stanziato 700 milioni in favore dell’aumento della platea dei beneficiari e degli importi della quattordicesima sulla pensione. 
Con l’inserimento della misura a favore dell’aumento della quattordicesima nella Legge di Bilancio 2017 l’importo della mensilità aumenterà per 2,1 milioni di pensionati con redditi fino a 750 euro. L’incremento sarà del 30%, ovvero intorno ai 100-150 euro per le quattordicesime già esistenti.
Con l’aumento della platea dei pensionati che riceveranno della quattordicesima, 1,2 milioni di cittadini, la mensilità in più sarà concessa anche a chi ha un reddito annuo fino a 13 mila euro. Per i nuovi pensionati che riceveranno la quattordicesima l’assegno pensionistico aumenterà tra i 336 e i 504 euro annui.

Il dissenso di Boeri sulla misura
Tito Boeri, attualmente presidente dell’Inps, ha espresso forti perplessità sull’aumento della quattordicesima. A margine di un convegno all’Università Bocconi, il Presidente dell’Inps ha infatti detto che se l’obiettivo è aiutare i pensionati poveri “non si può guardare alla sola pensione percepita, ma occorre guardare all’insieme dei redditi familiari”
Infatti, al momento solo in tre casi su dieci le quattordicesime “vengono percepite dalle persone che hanno il 20% dei redditi più bassi”, mentre c’è “una fetta consistente dei percettori attuali” tra il 30% più ricco della popolazione. 
Per Boeri, dunque, si sarebbe dovuto utilizzare l’Isee, così da guardare all’insieme dei redditi percepiti e non solo all’assegno pensionistico. “Non capisco perché non si è usato quello strumento”, ha aggiunto.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]