Ci siamo: Balotelli torna in Italia, ma solo se in Europa

21 agosto 2015, Andrea De Angelis
La voce è più di un'indiscrezione, anche perché circola da ormai un mese. Se la Lazio dovesse centrare la qualificazione alla fase finale della prossima Champions League, Lotito avrebbe già pronto il regalo per Pioli. Ammesso che il tecnico veda come tale l'arrivo in biancoceleste di Mario Balotelli. 

Ci siamo: Balotelli torna in Italia, ma solo se in Europa
Quello che fino a un paio d'anni fa era considerato praticamente all'unanimità un fuoriclasse è diventato un vero e proprio caso calcistico, finito in vetta alle classifiche sì, ma dei flop più clamorosi dell'ultima stagione. 

L'esperienza a Liverpool è stato semplicemente disastrosa, accompagnata dalla perdita della maglia azzurra. Per ritrovarla super Mario avrebbe deciso di tornare in Italia, più precisamente nella capitale. 

L’accordo con il club inglese, disposto a pagare anche metà dell'ingaggio, ci sarebbe già, il gradimento del giocatore anche. Prima, però, c’è il ritorno contro il Bayer Leverkusen, e l’1-0 dell’andata non lascia completamente tranquilli. La partita di mercoledì 26 vale il prestigio della Champions, circa 40 milioni di euro e la possibilità di vivere una grande stagione. 

Prestito con diritto di riscatto la formula del trasferimento, di certo inferiore ai venti milioni di euro (tanto costò al Liverpool), con la Lazio che pagherebbe solo un terzo dello stipendio dell’attaccante (6 milioni di euro netti).

Balotelli nelle scorse settimane era stato cercato anche dalla Sampdoria di Ferrero, senza che la trattativa riuscisse a decollare. Si era detto che l'attaccante non volesse l'Italia, in realtà il punto sarebbe la volontà, ferma, di giocare in Europa. 

Da qui la Lazio, dove troverebbe come compagni di reparto Candreva e Felipe Anderson, giocatori capaci di assisterlo come pochi altri in Serie A...



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]