Arresto trafficanti, 15 in manette: tariffario con "costi e servizi" resi

21 aprile 2015, intelligo
Arresto trafficanti, 15 in manette: tariffario con 'costi e servizi' resi
Dopo la strage dei migranti nel canale di Sicilia, arriva il pugno duro delle forze dell'ordine locali, che stanno procedendo agli arresti di quindici trafficanti di esseri umani. E' la Polizia di Stato nell'ambito dell'operazione 'Glauco 2' coordinata dalla Dda di Palermo che sta provvedendo all'operazione. 

Arrestato Kerebel Gutama Nahome, il quindicesimo componente dell'organizzazione criminale straniera, ritenuta responsabile del flusso di immigrazione e permanenza clandestina nel nostro Paese. Sarebbe lui quello che contattava i migranti sbarcati in Sicilia ed organizzava il loro trasferimento fuori dai confini italiani, in direzione di altri paesi europei, naturalmente ottenendone laute somme di denaro (dai 500 ai 1.000 euro circa per condurli in Germania e dai 1.000 ai 1.500 euro per raggiungere i paesi ancor più a nord).

L'arrestato però non era solo, aveva un collaboratore, al bisogno autista: Ghermay Asghedom. Entrambi sarebbero coinvolti anche nel caso di ieri.

La Polizia ha scoperto che in alcuni casi i trafficanti possono provvedere anche all'acquisto di vestiti e telefoni cellulari, oltre che al mezzo di trasporto. Importante per loro l'acquisto di biglietti del pullman verso Roma o Milano o altre mete scelte dai migranti, rincarando il prezzo per trarne profitto. 

Kerebel Gutama Nahome era anche ''cassiere'': grazie alla sua carta PostePay è stato possibile rintracciare, dal maggio 2014 al luglio 2014, il movimento di consistenti somme di denaro.

Ora è solo da scoprire nello specifico il tariffario correlato ai 'servizi' effettuati.

(m.m.)
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]