Google Keep per Google Chrome: col nuovo aggiornamento link e siti direttamente in nota

21 aprile 2016 ore 10:10, Andrea De Angelis
Sono passate poche ore dalla notizia che ha visto Google finire nel mirino della Ue, ma già il colosso dell'informatica prova a "distogliere l'attenzione" presentando un nuovo aggiornamento che incuriosisce non poco gli addetti ai lavori e interessa comunque molti cibernauti. 

Ieri, come noto, è stato reso pubblico un procedimento (in realtà aperto un anno fa, nell'aprile del 2015) che farà discutere anche nei prossimi tempi. Di fatto la Commissione Europea ha informato Google di ritenere in via preliminare che la compagnia abbia, in violazione delle regole antitrust dell'Ue, abusato della propria posizione dominante nell'imporre restrizioni ai costruttori di apparecchi con sistema Android e agli operatori di rete mobile. Tecnicamente la Commissione ha inviato a Google una comunicazione degli addebiti (statement of objections) riguardo al sistema operativo Android e alle sue applicazioni. La replica, come riporta l'Adnkronos, è arrivata sul blog europeo di Google da Kent Walker, Senior Vice President General Counsel: Android è "un modello di innovazione aperta", Google intende dimostrare che "è un bene per la concorrenza ed è un bene per i consumatori". Insomma, sembra di essere solo all'inizio. Di certo, pur per motivazioni decisamente diverse, il possibile braccio di ferro tra Google e Ue fa venire in mente quello ancora in corsa tra Apple ed Fbi. Insomma, nell'era del 2.0 dovremo forse abituarci a simili vicende?

Google Keep per Google Chrome: col nuovo aggiornamento link e siti direttamente in nota
Di certo c'è da "abituarsi" ai continui aggiornamenti. Così è notizia fresca l'imminente aggiornamento di Google Keep, il servizio di Google pubblicato il 20 marzo 2013. È uno strumento per prendere annotazioni, disponibile sul Play Store per i dispositivi Android e sul Chrome Store per Google Chrome.
L’elemento portante del nuovo aggiornamento di Keep, come riporta KeyForWeb.it, è l’introduzione di una nuova barra – posta nella parte inferiore – contenente due bottoni ed inframmezzata dall’informazione inerente l’ultima modifica: il primo permetterà di arricchire la nota, in ossequio all’aggiunta di immagini, disegno, registrazione vocale e casella di controllo; il secondo pulsante consentirà di accedere a controlli avanzati, quali l’eliminazione della nota, una copia della stessa, la condivisione a terzi e, soprattutto, la possibilità di creare etichette e di personalizzare e differenziare gli appunti in base al colore. La prima novità presentata riguarda l'interazione tra Keep e Chrome, sia in versione desktop che Android. È infatti da poco disponibile una nuova estensione dedicata a Chrome che permette non solo di salvare al volo qualsiasi link e sito web direttamente in una nota su Google Keep, in modo da avere la possibilità di consultarlo successivamente, ma anche di accedere alle proprie note direttamente dal browser e di crearne una completamente nuova.
La nuova versione verrà rilasciata a breve sul Play Store. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]