Sversamento greggio, per Toti emergenza scongiurata "al 90%". Incognita meteo

21 aprile 2016 ore 10:35, Americo Mascarucci
Il greggio fuoriuscito domenica sera dall'oleodotto Iplom a Genova ha causato una moria di pesci e sta mettendo in pericolo molti uccelli che vivevano nei torrenti e in mare. 
L'allarme arriva dalla responsabile della Lipu di Genova, Daniela Filippi, che nelle ultime ore ha soccorso e salvato 27 germani reali completamente coperti di greggio e incapaci di volare. Una moria di pesci è segnalata alla foce, dove sono affiorati cefali e altre specie di pesci che vivono in mare nei pressi del torrente Polcevera.
Un vero e proprio disastro ambientale cui la Regione Liguria sta tentando di porre rimedio: 
"Il tavolo permanente convocato dal Prefetto su sollecitazione della Regione sta dando i suoi frutti – ha annunciato il Governatore Giovanni Toti - l'azienda ha presentato un piano che prevede di togliere il 90% del petrolio dall'alveo dei due torrenti Fegino e Polcevera entro 48 ore, quindi in tempo per prevenire il peggioramento della situazione meteo previsto da Arpal". Le previsioni meteo infatti hanno annunciato l’arrivo di una perturbazione con venti moderati o forti (50 – 60km/h) settentrionali nel centroponente della Liguria che potrebbe complicare le operazioni di intervento
"Lo stato di emergenza probabilmente non sarà necessario - ha comunicato Toti - Il piano presentato da Iplom, salvo verifiche delle prossime 12 ore, è giudicato soddisfacente da tutti i tecnici. Le forze messe in campo a oggi sono buone: a onor del vero mancano alcune verifiche sui mezzi marini impegnati nel contenimento delle eventuali fuoriuscite che verrà fatta da capitaneria di porto congiuntamente ai tecnici Iplom questo pomeriggio. Ma da ieri la situazione è decisamente cambiata, ha preso una svolta buona".

 
Sversamento greggio, per Toti emergenza scongiurata 'al 90%'. Incognita meteo
Anche l’assessore alla Salute Sonia Viale esclude l’emergenza: "I monitoraggi continui da parte dei tecnici di Arpal e del dipartimento di prevenzione della struttura complessa igiene e sanità pubblica alla Asl 3 genovese escludono parametri di emergenza di tipo sanitario in Valpolcevera. Tuttavia, per rassicurare la popolazione della zona, legittimamente in uno stato di apprensione per odori e miasmi, abbiamo ritenuto utile predisporre, attraverso la Asl 3 genovese, la presenza di un centro informazioni mobile a Fegino, attivo da domani fino a domenica: personale medico sarà pronto a rispondere ai quesiti di carattere sanitario da parte dei cittadini e a consigliare eventuali misure di prevenzione" 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]