Sgarbi oggi dimesso dall'ospedale. Intanto si dimette (per un albero) da assessore

21 dicembre 2015 ore 14:58, Luca Lippi
Sgarbi oggi dimesso dall'ospedale. Intanto si dimette (per un albero) da assessore
Vittorio Sgarbi riesce a far parlare di se in ogni situazione, e questo conferma la sua caratteristica poliedricità ed effervescenza intellettuale, ora sarebbe da stabilire se il problema cardiaco che lo ha costretto a un ricovero d’urgenza e conseguente intervento è sopravvenuto per il sorgere di un brutto Albero di Natale oppure no. Vittorio Sgarbi è (era) assessore alla Rivoluzione, alla Cultura e all'Agricoltura di Urbino, carica ricoperta dal giugno 2014, in seguito all'alleanza con il gruppo Verdi Articolo 9. Dal reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Modena, in attesa del meno invasivo intervento di pulizia delle coronarie, Vittori Sgarbi fa sapere che sono “venute a mancare le regole elementari di lealtà e di rispetto delle deleghe (fra le quali quella al centro storico), pertinenti al mio ruolo a Urbino” e con questo ha formalmente avanzato le sue dimissioni dall’incarico.

Il fatto: Sgarbi e il sindaco di Urbino Maurizio Gambini avevano avuto un alterco nei giorni scorsi, prima che il noto critico d’arte fosse colto da malore, poiché il vicesindaco Maria Francesca Crespini aveva fatto installare in piazza della Repubblica, nel cuore del centro storico, e cioè in un'area sottoposta al vincolo di tutela, un'installazione "impropriamente definita albero di Natale", che Sgarbi ha bollato come "un'inutile bruttura immorale". Vittorio Sgarbi aveva chiaramente dichiarato e messo al corrente il sindaco di Urbino che se l'albero non fosse stato tolto, si sarebbe dimesso, "anche in ragione del fatto che l'installazione non è stata mai autorizzata dal mio assessorato, competente alla tutela dell'importante centro storico marchigiano".

Vittorio Sgarbi è fuori di senno, e questo ci conforta perché conferma il recuperato stato di forma, e prosegue: “"Essendo stata lesionata l'organica alleanza che, con i Verdi articolo 9, mi vedeva nell'amministrazione di Urbino ho deciso di rassegnare le mie dimissioni, non potendo condividere contraddittorie scelte politiche e violazioni della legalità". In buona sostanza, il Vicesindaco approfittando della malattia di Sgarbi e quindi la sua assenza, non ha provveduto a rimuovere lo scempio, il sindaco ha cercato di “fare melina” per non urtare né il suo assessore, né l’alleanza con il vicesindaco che conta in consiglio ben tre consiglieri necessari a conservare “la maggioranza”, in tutto questo Sgarbi ha deciso di troncare ogni rapporto che oltre la specifica per la nomina ha intaccato anche in parte la stima per il primo cittadino di Urbino (quella col vicesindaco è stata obnubilata dall’orrido albero di Natale). I cittadini di Urbino, solidarizzano con Vittorio Sgarbi, che da assessore, grazie alle tante iniziative messe in campo, è riuscito a riaccendere i riflettori sulla città programmando una serie di iniziative anche per il 2016 che ora rischiano di essere compromesse.
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]