Telethon, la maratona dei record: raccolti 31,5 milioni di euro

21 dicembre 2015 ore 22:15, Andrea Barcariol
Telethon, la maratona dei record: raccolti 31,5 milioni di euro
Anche quest'anno è stato battuto il record. Durante la 26esima maratona televisiva della Fondazione Telethon sulle reti Rai sono stati raccolti 31,5 mln di euro che saranno destinati a sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare. «Una gara di solidarietà vinta dagli italiani che hanno sposato la causa della Fondazione attraverso le tantissime donazioni ma anche scendendo in campo in prima persona diventando nostri volontari - ha spiegato il presidente della Fondazione Telethon Luca Cordero di Montezemolo - Quest’anno è cresciuto moltissimo il coinvolgimento di singoli e associazioni. Ciò ha reso possibile, fra le molte iniziative, la realizzazione di banchetti per la raccolta fondi in oltre 3000 piazze italiane. Il nostro ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno sostenuto e continuano a farlo».  Indovinato il titolo della campagna 2015 (#nonmiarrendo) che ha rappresentato il filo conduttore delle numerose iniziative andate in onda su diversi programmi dell’emittente tv pubblica. «È un grandissimo successo che premia lo sforzo congiunto di Rai e Telethon, e la solidarietà degli italiani - ha spiegato Francesca Pasinelli, direttore generale Telethon - L’eccezionale risultato di ascolti è anche la conferma che è possibile raccontare in televisione storie di malati e di ricercatori con garbo e passione e riuscire a raggiungere il gradimento di un pubblico molto ampio. Siamo molto soddisfatti di aver superato la cifra raccolta lo scorso anno (31,3 milioni ndr)».

Telethon, la maratona dei record: raccolti 31,5 milioni di euro
La maratona tv si è conclusa ma sarà possibile donare ancora tutto oggi telefonando o inviando sms al numero solidale 45501. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Sarà di 2 euro anche per ciascuna chiamata fatta da rete fissa Vodafone e TWT e di 5 e 10 euro per ogni chiamata effettuata da rete fissa Tim, Infostrada, Fastweb e Tiscali.
Nell’ultimo anno, sono stati fatti importanti progressi verso l’applicazione di nuove terapie per pazienti affetti da beta-talassemia e da emofilia B. «Grazie a questo impegno costante le condizioni di vita delle persone con una malattia genetica sono migliorate sensibilmente. Basti pensare che l’aspettativa di vita di una persona affetta da distrofia muscolare è raddoppiata negli ultimi 10 anni» - spiegano dalla Fondazione Telethon che segue l’intera “filiera della ricerca”, occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della charity. «Il lavoro dei ricercatori ha permesso di individuare terapie efficaci per alcune malattie genetiche rare prima considerate incurabili (come l’Ada-Scid, la leucodistrofia metacromatica e la sindrome di Wiskott Aldrich) e per altre sono in corso, o in fase di avvio, studi clinici o ricerche di base per individuarne le cause» - sottolinea Francesca Pasinelli.
La Fondazione Telethon è stata fondata nel 1990 su iniziativa di un gruppo di persone affette da distrofia muscolare. In 25 anni di attività l’organizzazione ha investito oltre 450 milioni di euro e
finanziato oltre 2.500 progetti con oltre 1.500 ricercatori coinvolti e più di 450 malattie studiate.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]