Torino, rivoluzione nella Sanità: via libera al Parco della Salute

21 dicembre 2015 ore 21:00, Andrea Barcariol
Torino, rivoluzione nella Sanità: via libera al Parco della Salute
Sarà un progetto "epocale" e sorgerà nell'area ex Fiat Avio-Oval di Torino su una superficie di circa 318.000 metri quadrati. E' stato approvato oggi dalla Giunta regionale del Piemonte lo studio di fattibilità economica per la realizzazione del Parco della salute, della Ricerca e dell'Innovazione di Torino su proposta dell'assessore regionale alla sanità Antonio Saitta che ha illustrato il contenuto insieme al presidente della Regione Sergio Chiamparino nell'Aula magna delle Molinette.
La struttura sarà strutturata in quattro poli: il nuovo ospedale per le alte complessità con 1.040 posti letto, il polo della didattica e della ricerca per 5.000 studenti, un incubatore d'impresa e i relativi servizi ricettivi. A servizio di questi quattro Poli sarà prevista una dotazione di parcheggi, in parte interrati, in parte multipiano, per una superficie complessiva di circa 63.000 mq e per un numero totale di 2.500 posti auto (800 interrati). "Non sarà una ricollocazione dell'attuale Città della salute, non sarà semplicemente un nuovo e grande ospedale, ma una grande infrastruttura, una scommessa tecnologica, per la ricerca e le grandi eccellenze cliniche, un polo integrato" hanno sottolineato Chiamparino e Saitta nel corso della presentazione.

Torino, rivoluzione nella Sanità: via libera al Parco della Salute
"Il Parco della Salute è l'intervento infrastrutturale più importante per la città di Torino da oggi ai prossimi 10 anni. - ha spiegato il Presidente della Regione - In Giunta abbiamo approvato lo studio di fattibilità e nella prossima riunione approveremo la delibera che stanza i 12,5 milioni di euro (sui bilanci 2015 e 2016), risorse che sono indispensabili per dare gambe al progetto e sbloccare i 250 milioni di euro attualmente fermi a Roma. Abbiamo indicato un crono-programma preciso e ci impegniamo al rispetto di quanto abbiamo indicato: su questo progetto mettiamo in gioco tutta la nostra credibilità".
Saitta ha spiegato che la realizzazione dell'intero Parco della Salute di Torino sarà articolata in due lotti: il primo lotto riguarda il Polo della Sanità e della formazione clinica e il Polo della ricerca (costo stimato: 505,8 milioni di euro), il secondo lotto riguarderà il Polo della didattica e della residenzialità d'ambito (costo stimato: 121,9 milioni di euro). "Considerata la dimensione finanziaria dell'intervento e vista l'impossibilità di ricorrere ad un ulteriore indebitamento da parte della Regione - ha sottolineato Chiamparino - è stato necessario individuare modalità di coinvolgimento di attori privati che possano apportare le risorse finanziarie necessarie in aggiunta a quelle pubbliche".
La Regione investirà 12 milioni e mezzo, una prima tranche già sull'assestamento del 2015, la seconda nel 2016, per un progetto totale da circa 625 milioni. Tutte le eccellenze della medicina finiranno al Parco della Salute e Sant'Anna, Regina Margherita e Molinette saranno dismessi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]