Anonymous gioca a fare terrorismo? Mister X dietro all'attentato Isis sventato a Firenze

21 gennaio 2016 ore 11:19, intelligo
Ma davvero ora Anoymous, che ha una lunga e fiera storia di lotta al terrorismo, con tanto di annunci di sventati profili Isis, ha giocato a fare terrorismo? La notizia ha dello straordinario. Se fosse vero che la polizia ha identificato e denunciato un giovane esperto informatico di Aosta di 29 anni, legandolo a un presunto falso attentato sventato che sarebbe dovuto essere portato a termine a Firenze, allora davvero non c'è più religione e neanche più il movimento. 
L'uomo che era conosciuto come "X", alias "warning", all'interno del gruppo di esperti informatici, avrebbe commesso un errore che ha messo sulle sue tracce la Polizia Postale. Il 28 dicembre rilasciando un'intervista avrebbe lasciato intendere di aver sventato un attentato dell'Isis indovinate dove? A Firenze. A quel punto l'antiterrorismo è scattato sull'attenti. Il problema è il mancato riscontro nelle indagini della polizia postale e degli esperti della notizia. Da qui TgCom, parla del reato contestato dalle forze dell'ordine di associazione a delinquere finalizzata all'eccesso abusivo e al danneggiamento di sistemi informatici. 

Sarà vero? Sicuramente Anonymous farà sentire la sua voce tanto più che il giovane non sarebbe proprio uno sconosciuto. Sarebbe lui il il fondatore del canale OpParis, ossia quel famoso profilo nato per scovare su Twitter i profili dei presunti affiliati dell'Isis ritenuti responsabili degli attentati in Francia. Guarda caso X, a fine anno, proprio sul canale aveva pubblicato un video con Firenze protagonista di un futuro presunto attacco. Fu allora che Anonymous Italia si dissociò da X e ora potrebbe rifarlo. 
Si attendono ulteriori evoluzioni. Ci piace ricordare intanto quell'annuncio "stiamo arrivando sempre più vicino ai tuoi padroni" dell'ultimo video pubblicato da 'OpParis', l'account Twitter che oggi è al centro delle polemiche, e pensare che il famoso canale non guarda in faccia nessuno. 

Ecco il video che pubblicarono con la minaccia all'Isis.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]