Hackerato sito Invalsi per controllarlo: denunciati e perquisiti quattro pirati

21 giugno 2016 ore 12:35, Americo Mascarucci
Quattro giovani hacker, residenti nelle provincie di Venezia, Torino, Firenze e Matera, sono stati denunciati per accesso abusivo al sistema informatico di pubblico interesse
I quattro si sarebbero resi responsabili di un attacco informatico del tipo "SQL injection" ai danni del sito web www.invalsi.it. sito dell'Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione. 
Sono state perquisite le abitazioni dei giovani e sono stati sequestrati tutti i dispositivi utilizzati per portare a compimento le attività illecite, tra i quali numerosi computer, tablet e telefoni cellulari .
L'hackeraggio era stato portato a termine grazie ad un file eseguibile di tipo "backdoor" che, usato da remoto, aveva consentito ai giovani di accedere al sistema informatico e alle informazioni in esso contenute. 
L’obiettivo era quello di acquisire il controllo del sito e, di conseguenza, di impossessarsi illecitamente dei dati contenuti nei database della società, sfruttando le vulnerabilità tecniche degli stessi. 

Hackerato sito Invalsi per controllarlo: denunciati e perquisiti quattro pirati
Nonostante l’estrema cautela nel muoversi i quattro ragazzi hanno lasciato piccole tracce che la Polizia postale è riuscita a scovare, isolando gli indirizzi IP e risalendo loro. 
L’operazione è stata chiamata "Backdoor Closed", è stata coordinata dal Cnaipic (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche) con il supporto dei Compartimenti di Venezia, Torino, Firenze e Matera.
L'operazione arriva a poche ore dal lancio della campagna "Maturità al sicuro", attraverso la quale la Polizia Postale, in collaborazione con il portale Skuola.net, intende debellare il fenomeno delle "bufale" e delle leggende metropolitane che ruotano intorno alle prove d’esame, per evitare che gli studenti, oltre a perdere tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della pista, pardon la traccia giusta.



caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]