Becchi: dopo Raggi sindaco vi parlo di "Casaleggio Jr, il debito e Grillo. E do un consiglio a Di Maio"

21 giugno 2016 ore 12:15, Lucia Bigozzi
“Se il Movimento dimostra di governare Roma, allora è anche in grado di governare questo Paese”. “Casaleggio junior non è il padre”. Due filoni sui quali si snoda l’analisi di Paolo Becchi, docente universitario e conoscitore delle dinamiche interne ai 5S per esserne stato il consigliere politico. Nella conversazione con Intelligonews spiega che non ha consigli da dare alle neo-sindaco Raggi e Appendino, invece ne ha uno per Di Maio come potenziale leader del Movimento… 

Casaleggio junior ha dichiarato che non si candida né farà politica in prima persona. Qual è la sua valutazione? Il M5S a questo punto ha un nuovo “guru”?

"No. Casaleggio padre sta a Casaleggio figlio come Ferrari sta a Montezemolo. Mi spiego: il fondatore era un visionario in senso positivo, oltre ad essere un informatico e un conoscitore della Rete; il figlio ha fatto capire molto chiaramente che intende fare l’amministratore della società e delegare il compito politico ad altri. Insomma: il fondatore è una cosa, l’amministratore è un’altra. E’ come una società e ho appena fatto l’esempio di Ferrari e Montezemolo: un conto è chi fonda la società, altra cosa chi per un certo periodo l’amministra". 

Becchi: dopo Raggi sindaco vi parlo di 'Casaleggio Jr, il debito e Grillo. E do un consiglio a Di Maio'
Raggi d’ora in poi: quali sono secondo lei i punti deboli dei 5S al governo della città?

"Quello del bilancio di Roma è un problema che sarebbe stato difficile da affrontare per qualsiasi vincitore. In questo caso è capitato al Movimento 5S; immagino che lì ci saranno le prime difficoltà però bisogna stare a vedere; non si può giudicare a un giorno di distanza, questa valutazione la potremo fare a un centinaio di giorni di distanza; sono infatti i primi cento giorni che contano, bisognerà vedere come si muoveranno. Insomma, si passa ora dall’euforia della vittoria alle cose concrete da fare e vedremo se il Movimento 5S riesce a ottenere un risultato. Il dato di fatto è questo: se il Movimento dimostra di governare Roma, allora è anche in grado di governare questo Paese; se fallirà Roma non andrà mai al governo di questo Paese".

Se dovesse dare un consiglio a Virginia Raggi e Chiara Appendino, cosa direbbe all’una e cosa all’altra?

"Ho rinunciato al mio ruolo di consigliere politico, oppure di attivista politico. Mi limito a descrivere i fenomeni, quindi non do consigli a nessuno. L’unico consiglio che darei, secondo me, è a Di Maio che ormai sta conquistando una leadership totale all’interno del Movimento 5S e questo significa che si farà molti nemici all’interno del Movimento; insomma il mio consiglio per lui è che si copra bene le spalle o che se le faccia coprire da Grillo". 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]