Centrodestra, è tutti contro tutti: Bossi attacca Salvini, il leader della Lega boccia Parisi

21 giugno 2016 ore 21:20, Andrea Barcariol
Il trionfo del Movimento 5 Stelle e la pesante sconfitta del Premier Matteo Renzi hanno finito per far passare in secondo piano un altro dato politico importante: la crisi senza fine del centrodestra. Dopo il disastro romano con le liti tra Berlusconi e Meloni-Salvini, che hanno estromesso il leader di Fratelli d'Italia dal ballottaggio contro la Raggi, anche nelle altre grandi città il bilancio è stato pessimo. Sconfitte non solo a Milano e Bologna, ma anche in una roccaforte come Varese, in mano al Carroccio da quasi un quarto di secolo, dove l’avvocato Davide Galimberti ha battuto col 51,7% l’imprenditore Paolo Orrigoni.
Risultati sottolineati anche da Umberto Bossi che, come da abitudine, non è stato tenero con il leader della Lega: "Chi comanda ha la responsabilità, Salvini comanda e quindi lui ha tutta la responsabilità della sconfitta ai ballottaggi. Io non l'ho sentito, lui si rivolge ai professori e non a me". Bocciatura a 360 gradi, dal ballottaggio romano: "Io non avrei mai fatto una dichiarazione di voto a favore della Raggi a Roma, ma noi siamo diversi, io metto al primo posto i valori come la libertà", alla linea politica: "A non piace la direzione che ha preso la Lega Nord ma, per la verità, non ho nemmeno capito bene che direzione abbia preso. Salvini vuole sfondare al Sud ma non vedo un programma, un piano. Quindi andare al Sud solo per raccattare un po' di voti e scappare per avere qualche voto in più o qualche poltrona in più, secondo me è un'idea peregrina che non porta da nessuna parte".

Centrodestra, è tutti contro tutti: Bossi attacca Salvini, il leader della Lega boccia Parisi
Per ora nessuna replica da Matteo Salvini che invece ha stroncato l’idea di Stefano Parisi, sconfitto a Milano, come futuro leader di un centrodestra sempre più diviso e poco credibile. “Farà il capogruppo della opposizione a Milano. Stop – ha affermato a Radio Padania – Va bene tutto ma non penso nuovo centrodestra passi da Alfano e Passera…”. Il segretario della Lega sembra pronto a rilanciare e ha in programma una conferenza stampa a Cascina, in provincia di Pisa, primo comune della rossa Toscana a passare in mano alla Lega Nord. Uno di quelli conquistati dal centrodestra insieme a Novara, Savona, Trieste e Grosseto. Troppo poco per aver ambizioni nazionali.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]