Inchiesta su utero in affitto, Fusaro: "Sulle madri pratiche manipolatorie. E' merce on demand "

21 luglio 2016 ore 11:52, Marta Moriconi
Di oggi l'inchiesta degli incontri segreti dell'agenzia di surrogacy in Italia. Tra le frasi che più colpiscono leggendo l'ottimo lavoro giornalistico: "Per la madre surrogata abbiamo un team di psicologi che le ricordano ogni giorno che il bambino non è suo". Chiediamo a Diego Fusaro, filosofo e intellettuale contrario alla pratica, cosa ne pensa. 

Partiamo dall'inchiesta del Corriere della Sera che oggi, mostra come in Italia, nonostante sia illegale, esista un mercato dell'utero in affitto. La sorprende? 

"La logica è coerente conseguenza dell'utero in affitto, argomento che è stato l'oggetto recentemente di un bellissimo libro di Enrica Perucchietti che andrebbe letto e meditato. L'utero in affitto è osceno perché mercifica la donna, trasforma il nascituro in una merce on demand e poi è una pratica classistica, perché ovviamente costa molto e se la possono permettere o i miliardari o i compagni a servizio del capitale ma si dicono di sinistra". 

Inchiesta su utero in affitto, Fusaro: 'Sulle madri pratiche manipolatorie. E' merce on demand '
"Per la madre surrogata abbiamo un team di psicologi che le ricordano ogni giorno che il bambino non è suo". La colpisce questa frase riportata nell'inchiesta? 

"Certamente sono pratiche, che se realmente venissero svolte in questo modo, avrebbero poco a che fare con la psicologia. C'è da chiedersi se non siano piuttosto pratiche manipolatorie, e c'è una bella differenza tra psicologia e manipolazione delle menti e allora saremmo  entrati veramente in uno scenario surreale che deve essere contrattato e denunciato. L'utero in affitto è una pratica criminale che segna l'apice del classismo capitalistico, e chi non l'ha capito o è sciocco o è in cattiva fede".

Ha letto il testo di Lo Giudice che prevede "due anni di carcere allo psichiatra o psicologo con multa dai 10 ai 50mila euro per chiunque esercitando la pratica professionale faccia uso su soggetti minorenni di pratiche rivolte alla conversione dell’orientamento sessuale”? 

"Secondo me stiamo scivolando in una dittatura di pensiero unico che non ammette deviazioni e alternative rispetto alla sua ortodossia. Secondo poi siamo di fronte alla distruzione del ruolo etico della famiglia, perché è nella famiglia che si formano gli esseri umani e in questo modo viene neutralizzata tramite altre istituzioni. E' nella famiglia che il bambino acquisisce i propri orientamenti sessuali e le proprie norme comportamentali. La scuola e gli altri istituti tuttalpiù possono istruire per l'educazione alla tolleranza ma non possono dare loro le nozioni su come bisogna essere".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]