Parisi, La Russa (FdI): “Il ballottaggio Milano lo ha sbagliato ed è una macchia che resterà"

21 luglio 2016 ore 11:36, Lucia Bigozzi
“Di centrodestra ce ne sono molti. Quello che reputo il primo, il più importante è ad Arezzo con Toti, la Meloni, Salvini e tutti i presidenti di Regione e i sindaci del centrodestra”. “Parisi ha sbagliato sul ballottaggio a Milano. E’ una persona intelligente ma da qui a essere in grado di rimettere insieme la coalizione dove ultimamente non è riuscito nemmeno Berlusconi, ce ne corre”. Non usa giri di parole Ignazio La Russa, parlamentare e co-fondatore di FdI che con Intelligonews commenta l’annuncio di Stefano Parisi per riavviare il cantiere del centrodestra. Proprio all’ex candidato sindaco, al quale parla perché Berlusconi intenda, manda a dire: “Comincino a venire ad Arezzo, poi ne parliamo…”

Parisi annuncia una convention del centrodestra a settembre. Come legge l’iniziativa? E’ il nuovo leader? 

"Di centrodestra ce ne sono molti. Quello che reputo il primo, il più importante anche in ordine cronologico è ad Arezzo sabato prossimo dove ci saranno Toti, la Meloni, Salvini e tutti i presidenti di Regione del centrodestra oltre a numerosissimi sindaci del centrodestra. Auguro buona fortuna ai tentativi di Parisi i cui rapporti, ad esempio, con la Lega credo che in qualche modo abbiano pregiudicato la vittoria".

Parisi, La Russa (FdI): “Il ballottaggio Milano lo ha sbagliato ed è una macchia che resterà'
In che senso?

"Penso che nei quindici giorni dopo il primo turno anziché consolidare l’unità del centrodestra nel ballottaggio, non sia stato fatto tutto il possibile per mettere insieme tutti i voti del centrodestra e catturare quelli in libertà degli elettori che avevano votato 5Stelle".

Ma lei come lo vede Parisi sinceramente?

"E’ una persona che stimo, intelligente ma da questo a essere in grado di rimettere insieme il centrodestra dove ultimamente non è riuscito neanche Berlusconi ce ne corre".

Individua nella sua figura politica una nuova leadership?

"Il ballottaggio a Milano lo ha sbagliato ed è una macchia che resterà perché invece di consolidare i voti del centrodestra e attirare quelli contestatari dei 5Stelle, forse si era già illuso di aver vinto strizzando l’occhio troppo e solo a un’area moderata che purtroppo esiste in maniera sempre più ristretta".

Quindi lei andrà o no alla convention di Parisi?

"Comincino tutti a venire ad Arezzo, poi ne parliamo… ".

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]