Parisi, Di Stefano: "Vorrei sapere prima cosa pensa Parisi tema per tema. Per questo seguirei la convention"

21 luglio 2016 ore 12:55, Micaela Del Monte
Dopo la sottilissima sconfitta alle elezioni comunali per Milano in un’intervista a La Stampa, Stefano Parisi ha annunciato il suo ingresso nella scena politica nazionale. Intervistato da IntelligoNews, Fabrizio Di Stefano, già senatore del Popolo della Libertà poi deputato di Forza Italia, ha commentato la scelta di Parisi. 

Parisi ha annunciato una convention per il centrodestra il prossimo settembre e scende in campo, come legge questa iniziativa? 

"Qualunque iniziativa volta a rivitalizzare il centrodestra credo debba essere vista in maniera positiva, sempre che questa venga fatta per costruire. Se invece dovesse essere un'ennesima iniziativa correntizia per ritagliarsi una posizione, allora non costruisce ed è inutile".

Ha il profilo del leader? 

"La leadership non ce la si attribuisce da soli, bisogna che siano gli altri ad attribuirla, vedremo se ci saranno i presupposti. Indubbiamente Parisi è una persona preparata, apprezzata e competente. Vero è però che non viene da una vittoria elettorale ma da una sconfitta, seppure di misura, come quella di Milano". 

Se ci sarà questa convention lei andrà? 

"Seguirò con molta attenzione questa ed altre iniziative di questo tipo, perché il centrodestra ha bisogno di iniziare a interrogarsi e a guardarsi negli occhi. Noi ieri abbiamo cercato di farlo e lo dico modestamente. Se il centrodestra continua a parlarci di progetti, di programmi e di soluzioni credo che possa provare a vincere e soprattutto credo che sia importante provare a partecipare a qualsiasi iniziativa che vada in questo senso".

E cosa vorrebbe facesse Parisi con o senza Berlusconi? 

"Io vorrei prima sapere cosa pensa Parisi su tante cose. Per ora la convention è annunciata solo a mezzo stampa. Vedremo le formule.  Sono interessato a seguire la convention proprio per capire se i contenuti mi convincono. Cosa vorrà fare lo dovrà dire lui, per ora l'importante è che nel centrodestra si muova qualcosa e già questa è una cosa positiva".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]