L'avevamo già scritto: ecco cosa c'è dietro la richiesta di Copasir e Vigilanza Rai

21 marzo 2013 ore 11:14, Marta Moriconi
L'avevamo già scritto: ecco cosa c'è dietro la richiesta di Copasir e Vigilanza Rai
Avevamo anticipato la  strategia di Grillo di inchiodare e condizionare Bersani “al volta per volta”. Per legarlo ai singoli provvedimenti (moralizzazione, costi della politica, scorte, sistema elettorale) e non ad un patto ideologico-politico.
Solo il 27 febbraio Intelligonews aveva annunciato il lavoro di "contrattazione" del segretario Pd con il M5S. Evidenziando un Bersani disposto a dare Copasir e Vigilanza Rai. Risultato, Napolitano aveva già il suo asso nella manica. Cosa c'è dietro queste richieste? Perché Grillo e Casaleggio, pur annunciando, per bocca della Lombardi e di Crimi, all'uscita delle consultazioni, la loro pretesa (sicuramente fustrata da Napolitano) di un mandato esclusivo per formare il governo, ci tengono tanto (come seconda proposta) a Copasir e Vigilanza? Semplice, perchè così il movimento (si legga Casaleggio) avrà rapporti privilegiati con l'intelligence internazionale. Sono noti i "buoni rapporti" Oltre Oceano dell'ex comico  e dello stesso Casaleggio. L'ex ambasciatore in Italia, Ronald Spogli, aveva inviato a Grillo un messaggio di amicizia: Grillo un interlocutore credibile, attira il voto di protesta". E questo, senza soffermarci sui fondi JP Morgan a Casaleggio. Un innamoramento non nuovo, quello Usa nei confronti dei movimenti anti-partitici moralizzatori (era già successo con Segni e Di Pietro ai tempi di Tangentopoli).  Anche la Goldman Sachs confida in Grillo: per Jim O'Neill, il presidente, l'exploit del Movimento 5 Stelle potrebbe portare novità. Per non parlare dell'endorsement dell’attuale ambasciatore Usa a Roma, David Thorne, che parlando agli studenti del Liceo Visconti di Roma ha detto di apprezzare l'istanza di riforme e di cambiamento portata avanti da Grillo. Contro tale apprezzamento l’ex ministro socialista Gianni De Michelis si è scagliato contro sottolineando l'ingerenza della diplomazia americana nelle vicende politiche italiane. E dietro la richiesta della presidenza di vigilanza Rai cos'altro c'è? Oltre alla voglia di democrazia, trasparenza e legalità, c'è la voglia dei grillini di rendere la Camera una "web Camera", ossia di dare vita e sfogo ad un reality per la cittadinanza che vuole sapere tutto, ma proprio tutto, dio quel che accade nelle stanze del bottone. Quanto costa tutto questo politicamente a Bersani? Moltissimo, pochissimo a Grillo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]