Un reparto donato al Policlinico di Modena, l'eredità di due coniugi diventa realtà

21 marzo 2016 ore 8:12, Micaela Del Monte
Otello Burani e Maria Giovetti agli inizi del 2013 avevano deciso di regalare al policlinico di Modena un intero reparto, una degenza chirurgia oncologica e un centro trapianti, ben 28 posti letto. “Un gesto di riconoscenza verso la nostra terra”. Questa la motivazione con la quale i coniugi hanno offerto una maxidonazione di due milioni di euro. 

Un reparto donato al Policlinico di Modena, l'eredità di due coniugi diventa realtà
"Non avendo avuto la fortuna di avere figli, ci siamo a lungo chiesti come avremmo potuto impiegare al meglio i frutti del nostro lavoro”
raccontano. Per tutta la vita hanno lavorato nel settore delle vernici per le carrozzerie, e negli anni ’60 hanno pure conquistato la fiducia di Enzo Ferrari, con cui hanno iniziato una assidua frequentazione nello stabilimento di Maranello. E infine, nel 2013, la decisione: regalare un pezzo di ospedale ai pazienti del policlinico. I lavori sono partiti nell’agosto 2014. Il signor Otello ha raccontato “Mi sono recato poche volte in cantiere – perché avevo piena fiducia nel Policlinico. Non vedevo l’ora di veder terminato il progetto. Ora sono rimasto senza parole da quanto è bello. Avevo fretta di vederlo nascere, non avevo idea di come sarebbe stato. Averlo visto realizzato è eccezionale: un lavoro così non me l’aspettavo”.

Il signor Otello ha ribadito “È scattata dentro di me la scintilla ed ho capito che avremmo potuto fare qualcosa d’importante per Modena, una terra che ci ha dato tanto. Parlavo con gli infermieri e con tante persone all’interno. Capii che il reparto trapianti era l’unico in difficoltà. Allora m’è balenata l’idea che era il reparto che dovevo aiutare. Ho capito che l’ospedale aveva bisogno di un rinnovato Centro trapianti e non ho avuto più dubbi: una volta presa la decisione mi sono trovato bene, mi sono sentito leggero”.

Un reparto che è stato inaugurato ieri con una grande festa. A parte l'investimento economico, i numeri sono importanti: 1.150 metri quadri di superficie, 28 letti, 13 camere da 2 posti ciascuna, di cui 2 attrezzate per pazienti disabili, 2 camere singole, 2 ambulatori medici. 

Un reparto donato al Policlinico di Modena, l'eredità di due coniugi diventa realtà
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]