Ucraina, Savchenko per i giudici colpevole di omicidio: e se fosse un complotto?

21 marzo 2016 ore 10:42, Americo Mascarucci
La top-gun ucraina Nadia Savchenko è stata giudicata colpevole di omicidio di due giornalisti russi nell'Ucraina orientale e di ingresso illegale nel Paese. 
Lo riferisce Russia Today. Il verdetto, oltre alla colpevolezza per l'omicidio dei giornalisti di VGTRK Igor Kornelyuk e Anton Voloshin, la condanna anche per tentato omicidio nei confronti di civili. 
I termini della condanna saranno resi noti domani. L'accusa ha sostenuto che la pilota di elicotteri aveva fornito le coordinate per i tiri di mortaio che nel giugno 2014 uccisero i due reporter russi nel Donbass. 
Ucraina, Savchenko per i giudici colpevole di omicidio: e se fosse un complotto?
"Savchenko e un gruppo di persone motivate da odio e animosità hanno perpetrato l'omicidio di Korneliuk e Voloshin" ha dichiarato il giudice, leggendo il verdetto di colpevolezza. 
Eletta come deputata del partito Patria di Yulia Timoshenko, quando era già dietro le sbarre in Russia, Savchenko è accusata di aver compiuto un volo di ricognizione in Donbas - mentre prestava servizio nel battaglione Aydar -, indicando alle truppe ucraine la posizione dei due giornalisti russi, uccisi da un colpo di mortaio a metà giugno 2014. Combatteva come pilota di elicottero e secondo Mosca è stata arrestata a luglio in territorio russo, dopo aver varcato il confine spacciandosi per profuga; lei sostiene invece di essere stata rapita dai separatisti filo-russi a Lugansk, respingendo ogni accusa.  
Il procedimento penale si è svolto nella piccola città russa di Donetsk, omonima del centro minerario del Donbass teatro di violenti combattimenti da oltre due anni e situata proprio alla frontiera con l’Ucraina. Incarcerata da 21 mesi, la Savchenko ha respinto le accuse affermando di esser stata catturata dai ribelli filorussi e poi consegnata alla Russia prima che i due giornalisti fossero ammazzati. ll
Il suo avvocato ha rivelato che non farà appello, sperando a questo punto che la sua assistita sia rimandata in patria. La "top gun"riprenderà lo sciopero della fame non appena la sentenza sarà applicata.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]