Scoperto in California l'enzima che dà lo sprint agli spermatozoi

21 marzo 2016 ore 11:10, Andrea Barcariol
E' stato scoperto un meccanismo molecolare che fa viaggiare veloci gli spermatozoi verso l'ovulo. Il risultato arriva dalla rivista Scienze ed è frutto di un sorprendente studio coordinato da Melissa R. Miller, dell'Università della California a Berkley. A velocizzare gli spermatozoi è un enzima che risponde al progesterone, un ormone rilasciato dall'ovulo. All'interno dell'apparato riproduttivo maschile gli spermatozoi hanno una capacità di movimento limitata, non sufficiente da sola a spingerli verso l'ovulo una volta che le cellule si trovano nell'apparato riproduttivo femminile. Per iniziare il loro viaggio, hanno bisogno di essere attivati da un ormone, il progesterone, che viene rilasciato dall'ovocita. La molecola cui si attacca il progesterone è il recettore dell'enzima ABHD2, che si trova sulla membrana esterna degli spermatozoi. Recettori come questi si trovano a migliaia sulla superficie della coda degli spermatozoi e vengono attivati quando si avvicinano all'ovulo, innescando una cascata di cambiamenti, che rendono la coda dello spermatozoo veloce come una frusta, dandogli l'energia necessaria a penetrare nelle cellule che proteggono l'ovulo.

Scoperto in California l'enzima che dà lo sprint agli spermatozoi
La ricerca è molto importante sotto un duplice aspetto: il primo è la cura dell'infertilità maschile, che colpisce migliaia di uomini e a cui al momento non si riesce a trovar rimedio; la seconda da un punto di vista contraccettivo. Una volta fatta luce su questo meccanismo, infatti, il passo successivo sarà quello di sviluppare delle pillole appannaggio sia delle femmine che dei maschi, che rendano momentaneamente lo spermatozoo incapace di inseminare l'ovulo: farmaci-autovelox in grado di spegnere il turbo, in pratica.









caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]