Sardegna amara, tre sindacalisti ex Alcoa sul silos: c’è anche una donna

21 marzo 2016 ore 11:27, Lucia Bigozzi
Sindacalisti sul Silos. Accade in Sardegna e purtroppo non è una novità. Il blitz è scattato ieri notte poco dopo le tre. Rino Barca (Fsm Cisl), Daniela Piras (Uilm) e Roberto Forresu (Fiom Cgil) sono saliti sulla sommità del silos dove sono stoccare le materie prime, all’interno dello stabilimento ex Alcoa di Portovesne. Stanno barricati a un’altezza di sessanta metri e protestano per la situazione del polo produttivo considerata incerta per il futuro dei lavoratori e l’indotto dell’area dell’Isola dove la crisi ancora morde il freno. La notizia della clamorosa protesta è stata data dal segretario della Fim Cisl Marco Bentivogli che spiega: “I continui rinvii di Glencore, Alcoa che non consente alternative a nuovi investitori. Il Piano Sulcis fermo al palo. Per i lavoratori resta solo la disperazione di vedere lo stabilimento chiuso e la fine degli ammortizzatori sociali e di ogni reddito per centinaia di famiglie. Lo avevamo detto, se qualcuno pensa di dividere o di avere senza soluzioni la resa dei lavoratori ha sbagliato i conti”. Insomma la richiesta e al tempo stesso la sollecitazione che i sindacalisti rivolgono al governo Renzi è il “rispetto degli impegni sul riavvio della fabbrica di alluminio”. La protesta segue di quindici giorni l’ultimo incontro a Roma, al ministero per lo sviluppo economico. 

Sardegna amara, tre sindacalisti ex Alcoa sul silos: c’è anche una donna
Al tavolo delle parti, la multinazionale Glencore, già interessata ad acquisire lo smelter, di fatto ha rallentato le procedure e l’iter accampando come motivazione, la necessità di valutare in maniera più approfondita la proposta. Ma dietro la prudenza manifestata dalla multinazionale, c’è chi sostiene ci sia il tema, anzi il problema per ogni azienda, del costo dell’energia. Anche per questo si sindacalisti sono saliti sul “tetto” del silos, come hanno spiegato in collegamento telefonico con l’agenzia di stampa Ansa: “Abbiamo deciso di mettere in campo questa iniziativa che non ha tempo e non ha scadenza e vuol portare a casa la risposta che ancora tarda ad arrivare. Una risposta che riguarda non solo il costo dell'energia ma tutte quelle condizioni competitive per il riavvio dello stabilimento”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]