Cuba, Ferrero (Rc): “Fumo e propaganda. Solo su due temi andrà giudicato Obama”

21 marzo 2016 ore 14:15, Andrea Barcariol
Intervistato da Intelligonews, Paolo Ferrero, non ha dubbi sui motivi della visita di Obama a Cuba. Il segretario di Rifondazione Comunista analizza la politica estera del presidente americano e attacca l’Ue per le scelte “vergognose” sui migranti.

Come giudica la visita di Obama a Cuba?


«La visita senza la rimozione del blocco è fumo, invece ci vuole la sostanza».

Trump ha fatto subito polemica sottolineando che Castro non è andato all’aeroporto ad accogliere Obama. Cosa ne pensa?

«Castro ha fatto benissimo, la propaganda non serve, bisogna togliere questo blocco vergognoso».


Lei è stato critico nei confronti della politica estera di Obama. Dopo gli accordi con Cuba e Iran ha cambiato idea?


«Sull’Iran ha fatto l’unica cosa che poteva fare, anche se è in ritardo, ed è giusta. Su Cuba dipende dall’embargo. Su Obama voglio vedere cosa farà nel Mediterraneo, se starà dietro alle ipotesi di guerre ad esempio in Libia, e su una cosa di cui non parla nessuno il TTIP (il trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti, acronimo del nome in inglese, “Transatlantic Trade and Investment Partnership”, un accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziazione tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti d’America ndr). Vogliono fare una furbata, visto che tutti i candidati alla presidenza, democratici e repubblicani, sono contrari al TTIP perché è antipopolare, vogliono firmare un accordo quadro con Obama prima del suo semestre bianco. Questa sarebbe una cosa vergognosa e di totale distruzione della democrazia. Se passa il TTIP gli Stati non potranno più legiferare con efficacia sulle materie dell’ambiente e dell’agricoltura. E’ l’abolizione della rivoluzione francese, il ritorno all’ancien regime con le leggi dell’ideologia neoliberista al posto dei re. Obama andrà giudicato su queste due cose».

 
Cuba, Ferrero (Rc): “Fumo e propaganda. Solo su due temi andrà giudicato Obama”
Trump secondo lei ha possibilità di vincere?

«Non lo so, spero di no».


E’ saltato l’accordo tra Ue e la Turchia sui migranti. Siamo alla vigilia di un disastro?

«Siamo già dentro un disastro, è una porcheria, una cosa senza senso che prevede la deportazione di migliaia di persone. Questa gente ha un’unica colpa, scappare da Paesi distrutti, da una guerra messa in piedi dagli europei e dagli Stati Uniti. Vengono trattati come bestie, è una cosa inaccettabile, è la violazione di qualsiasi principio. Siamo alle deportazioni, in più mettendosi nelle mani della Turchia che è uno Stato che non rispetta nessuna libertà democratica. Noi però la finanziamo e addirittura gli si promette di entrare nell’Ue: è una vergogna assoluta».







caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]