Un film scaccia pensieri: quando uno dei due dice “Dobbiamo parlare”

21 novembre 2015 ore 11:17, Adriano Scianca
Un film scaccia pensieri: quando uno dei due dice “Dobbiamo parlare”
Un appartamento borghese, due coppie civili a confronto, la discussione che degenera in una carneficina verbale di recriminazioni, veleni, ripicche, malintesi e vendette. Per la sua dodicesima pellicola, Sergio Rubini sceglie di rifarsi a film culto degli ultimi anni, come “Carnage” di Roman Polanski. 

Nel suo “Dobbiamo parlare”, il regista recita accanto a Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone e Isabella Ragonese

La trama è presto detta: Vanni (Sergio Rubini) e Linda (Isabella Ragonese) sono sul punto di uscire dal loro attico in centro, a Roma, per recarsi ad una mostra, quando nella casa irrompe l'amica Costanza (Maria Pia Scalzone), disperata per aver scoperto che il marito Alfredo (Fabrizio Bentivoglio) la tradisce. Poco dopo, lo stesso Alfredo arriverà nell'appartamento e lì inizieranno i chiarimenti, che però non chiariranno un bel niente ma anzi coinvolgeranno nella resa dei conti anche i padroni di casa. 

Non manca una lettura politica della pellicola, con la facoltosa coppia radical-chic di sinistra a confronto con quella sguaiata e incolta di destra. 

Ovviamente cercare di far ridere e far riflettere di questi tempi non è semplice: “In un momento come questo, pervaso dall'angoscia, il buon umore è più che mai importante - spiega Rubini - bisogna uscire di casa, ridere e farlo in modo intelligente per non farsi sopraffare dalla paura. Se rimanessimo barricati in casa e smettessimo di riflettere, faremmo il gioco dei terroristi”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]