Fillon nuovo candidato centrodestra, Borghezio: "Solo la Le Pen oltre gli steccati. Primarie anche qui"

21 novembre 2016 ore 13:58, Andrea Barcariol
“E' solo Marine Le Pen il personaggio nuovo che sfida l'establishment in Francia”. Non ha dubbi il leghista ed europarlamentare Mario Borghezio, intervistato da IntelligoNews sulle primarie del centrodestra in Francia vinte da Fillon. 

Dura sconfitta per Sarkozy alle primarie del centrodestra. Il vento anti-casta soffia anche in Francia?

«Credo che l’effetto anti-casta abbia la sua importanza, ma non c’è alcun dubbio che in Francia, l’immagine che riflette la vittoria di Trump, sia quella di Marine Le Pen, una donna combattiva che combatte l’establishment. La protagonista alle prossime elezioni presidenziali sarà lei e non chi rappresenterà il partito socialista o quello repubblicano. Sarà lei la figura nuova. Fillon è stato votato anche da tanti elettori di sinistra, quindi non rappresenta la destra».

La vittoria di Fillon facilita la strada verso l'Eliseo per la Le Pen o la complica?

«Questo è tutta da vedere, in passato Sarkozy aveva fatto delle promesse, non mantenute, che avevano attratto parte dell’elettorato del Front National. Oggi la concorrenza non c’è, l’elettorato frontista non teme nessuna concorrenza, sono gli altri partiti che temono l’avanzata di una candidata coraggiosa che supera gli steccati di destra e sinistra, come sarebbe opportuno avvenisse anche in Italia. Lei si pone come la candidata dei patrioti francesi che esistono sia a destra, sia al centro sia a sinistra, almeno in Francia».

Fillon nuovo candidato centrodestra, Borghezio: 'Solo la Le Pen oltre gli steccati. Primarie anche qui'
Sono le primarie la strada giusta anche per il centrodestra italiano?

«Certamente sì, i candidati non mancano. Potrebbe essere una risposta moderna e intelligente alle domande di rinnovamento e di cambiamento che vengono dall'elettorato di riferimento di questi partiti. Soprattutto dentro Forza Italia c’è un elettorato che non ne può più dei continui cambiamenti e della confusione interna, ma vuole finalmente poter scegliere un leader affidabile e combattivo che si liberi dalla dittatura del nulla rappresentata da Renzi. Questo candidato non può che essere Salvini».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]