Scherma, è Italia show: chi sono le 4 azzurre d'oro della sciabola

21 novembre 2016 ore 16:07, Andrea De Angelis
Medaglia d'oro per le azzurre della sciabola ai campionati del mondo. Un trionfo che arriva pochi mesi dopo le tante soddisfazioni che la scherma era riuscita a regalare al nostro Paese nello splendido palcoscenico delle Olimpiadi di Rio. Lo Stivale, dunque, si conferma una delle realtà più preziose per quanto riguarda questa affascinante disciplina. 

In realtà le gioie erano arrivate da altre discipline della scherma, non certo della sciabola. Quella appena maturata è dunque una vera e propria vendetta sportiva che ha permesso al quartetto azzurro di cancellare la delusione olimpionica. 
Loreta Gulotta, Irene Vecchi, Rossella Gregorio e Martina Criscio hanno battuto in finale proprio la selezione ucraina che le aveva mandate ko nella semifinale di Rio. In Brasile, pochi mesi fa, le ragazze si erano fermate ad un passo dal podio, venendo sconfitte anche dagli Stati Uniti nella finale per il bronzo.

Scherma, è Italia show: chi sono le 4 azzurre d'oro della sciabola
Veniamo dunque ai profili delle quattro stelle azzurre. Loreta Gulota, classe 1987, è di Salemi in provincia di Trapani. Dottoressa in Scienze Politiche, da oltre dieci anni si allena in quel di Frascati, a pochi passi da Roma, nel Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. 
Irene Vecchi, di due anni più giovane, è livornese doc pur avendo origini siciliane da parte della mamma. La prima grande soddisfazione appena ventenne con il bronzo nella gara di sciabola a squadre nei campionati europei di scherma di Plovdiv del 2009.
In quel di Salerno nel 1990 è invece nata Rossella Gregorio, che come la collega toscana fino ad oggi poteva vantare solo medaglie di bronzo nel proprio curriculum sportivo. Entrambe ottenute ai campionati europei del 2013 e 2014.
Infine il sorriso della foggiana Martina Criscio, iscritta al corso di laurea in Scienze delle attività motorie e sportive e inserita nel programma della Doppia Carriera di Studente/Atleta dell’Università di Foggia. Anche per lei prima soddisfazione "d'oro". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]