Scadenze fiscali e invio telematico: il 27 ottobre sarà un giorno di fuoco

21 ottobre 2014 ore 13:44, intelligo
di Luca Lippi Il 27 ottobre 2014 è il giorno ultimo per una serie di scadenze fiscali che riguardano imprese e privati. Poiché per alcune di queste è previsto l’invio telematico, ricordiamo che esso non è altro che la compilazione della modulistica utilizzando il software dell'Agenzia delle Entrate o dell’INPS o del Ministero del Lavoro. Una volta compilati i vari quadri il software fa le verifiche e i calcoli e si crea così automaticamente un file che sarà inviato telematicamente all’Agenzia delle Entrate o Enti o Ministeri interessati nella transazione. L’invio telematico è certificato, esattamente come fosse la ricevuta della consegna del modulo cartaceo alle Poste e altri uffici preposti. Ovviamente per essere più sicuri è bene che sia un professionista a occuparsi di questa pratica, ma con una riforma di semplificazione adeguata che consenta l’accesso comodo e facilitato a tutti, è sicuramente un’ottima soluzione all’ansia da scadenza! Per compilare online ci vuole il login (codice fiscale) e la password (inviata dall’Agenzia delle Entrate o Ente o Ministero…).  
Scadenze fiscali e invio telematico: il 27 ottobre sarà un giorno di fuoco
  Scadenze che si riferiscono all’INPS : - Presentazione della richiesta di autorizzazione, inoltrata telematicamente all’Inps, per autorizzazione al trattamento Cig ordinaria (Cassa Integrazione Ordinaria) per sospensione o riduzione dell’attività lavorativa intervenute nel mese precedente. - Presentazione della richiesta, inoltrata telematicamente al Ministero del lavoro e della previdenza sociale, per autorizzazione al trattamento Cig straordinaria (Cassa Integrazione Straordinaria) per sospensione o riduzione dell’attività lavorativa intervenute nel mese precedente. Scadenze riguardanti l’IVA COMUNITARIA: - Presentazione elenchi Intrastat mensili relativi al mese di Settembre 2014 solo per via telematica. - Presentazione elenchi Intrastat trimestrali (3° trimestre 2014) solo per via telematica. Che cosa sono gli elenchi Intrastat? Sono elenchi da fornire all'Agenzia delle Dogane per tutti gli acquisti e le cessioni di beni mobili e, dal 2010, anche i servizi resi e acquisiti effettuati da parte di ogni soggetto titolare di Partita IVA nei confronti di fornitori e di clienti (anch'essi titolari di partita IVA) appartenenti ad uno stato membro dell'Unione Europea. Scadenza relativa a MODELLO 730 INTEGRATIVO. Ultimo giorno utile per il lavoratore dipendente o per il pensionato che ha già presentato il Modello 730, per consegnare al CAF o al professionista abilitato il Modello 730-integrativo. Cos’è il modello integrativo e a cosa serve? Serve per correggere e/o integrare il modello 730/2014, fino al 27 ottobre è ancora possibile presentare il modello integrativo con il quale correggere errori e/o omissioni commessi nella propria dichiarazione dei redditi. La correzione gli errori commessi nella compilazione del modello, così come l’integrazione dei dati forniti, è riservata ai contribuenti che hanno presentato il modello 730/2014 entro i termini previsti, ovvero entro il 30 aprile 2014 se la presentazione è avvenuta presso il sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), o entro il 16 giugno 2014 se presso il CAF o professionista abilitato. Si tratta di un modello del tutto uguale al 730/2014, nel quale andrà compilata l’apposita casella “730 integrativo” inserita nel frontespizio, indicando a seconda dei casi uno dei seguenti codici: - Codice 1 per integrazioni o correzioni da cui derivi un maggior credito, un minor debito o un’imposta invariata; - Codice 2 per modifica/integrazione dei soli dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio; - Codice 3 per integrazioni o correzioni da cui derivi sia un maggior credito, un minor debito o un’imposta invariata, che la correzione dei dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio. Per la presentazione ci si rivolge a un CAF (il costo si limita a circa dieci euro) o a un professionista abilitato, consegnando solo la documentazione relativa all’integrazione già che la documentazione relativa ai redditi ordinari è stata regolarmente consegnata col 730/2014 originario. Qualora il 730/2014 sia stato compilato e consegnato dal proprio sostituto d’imposta, è bene consegnare ai soggetti preposti succitati anche copia del 730/2014 ordinario insieme alla documentazione dei redditi da integrare o delle correzioni da aggiungere.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]