La lista degli acquisti di Xi Jinping: la Cina fa shopping all'ombra di Buckingham Palace

21 ottobre 2015, intelligo
La lista degli acquisti di Xi Jinping: la Cina fa shopping all'ombra di Buckingham Palace
Tappeto rosso e carrozza a Buckingham Palace. La Cina fa shopping a Londra. Grandi affari dunque, che valgono qualcosa come 46 miliardi di dollari, da oggi messi nero su bianco in un accordo commerciale e di partnership tra i due paesi. 
Dall’Estremo Oriente si muove il presidente cinese in persona Xi Jinping con al seguito la moglie Peng Liyuan, ricevuti con tutti gli onori del caso dalla Regina Elisabetta II e dal principe consorte Filippo di Edimburgo. 

COSA C’E’ NELL’ACCORDO. Si tratta di un’intesa complessiva che tocca settori strategici dell’economia londinese e che vanno dall’aerospazio alla scuola, dalla finanza con il “lancio” del primo bond in Renminbi su un mercato occidentale. E ancora: dai trasporti alla sanità. Non manca un’intesa in un altro settore cruciale, quello del petrolio e in vista c’è un’alleanza strategica tra le due compagnie leader nel settore, British Petroleum e China National Petroleum Corporation (colosso statale). C’è perfino sintonia nel comparto del nucleare se è vero come è vero che nei giorni scorsi la Cina ha perfezionato un investimento nella centrale nucleare di Hinkley Point, della quale i due maggiori gruppi del nucleare cinese, China National Nuclear e China General Nuclear prevedono di ottenere una quota del 33,5%, per un plafond totale di otto miliardi di sterline sui 24,5 miliardi complessivi previsti per il progetto finalizzato, tra l’altro, alla costruzione di un reattore realizzato per la prima volta nella storia dell’Occidente, con tecnologia cinese. Nel campo dei trasporti, la Cina è interessata – e non poteva essere diversamente – all’alta velocità e in particolare alla tratta che collegherà Londra con il nord della Gran Bretagna. 

IL GRANDE ASSENTE. Nelle giornate londinesi del presidente cinesi c’è però un grande assente: è il principe Carlo d’Inghilterra. Non c’era, infatti, al ricevimento e la sua assenza non è certo passata inosservata. Solo stamani Carlo ha incontrato il presidente cinese al Mandarin Oriental Hotel e assieme a Camilla Parker-Bowles; i due si rivedranno nel pomeriggio all’ora del tè. 

GLI EFFETTI. Secondo molti analisti, la visita di Xi a Londra segna l’avvio di un’epoca felix per le relazioni bilaterali tra Cina e Gran Bretagna dove al centro restano gli affari e le opportunità di business. Sullo sfondo, invece, quasi messi in secondo piano, ci sono i temi che allontanano i due paesi, a cominciare dal tema dei diritti umani e i rapporti con il Dalai Lama. Non è un caso che al di fuori dell’ufficialità e dei riti del cerimoniale che ha visto il presidente cinese a colloquio con i reali e con il primo ministro Cameron, Xi Jinping sia stato accolto anche da manifestazioni di contestazione promosse dalle associazioni per i diritti umani.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]