Netanyahu choc sull'olocausto, Pontecorvo (Dreyfus): "Muftì e Hitler condividevano non solo le idee"

21 ottobre 2015, Marta Moriconi
Netanyahu choc sull'olocausto, Pontecorvo (Dreyfus): 'Muftì e Hitler condividevano non solo le idee'
Mentre cresce lo "scandalo" per le affermazioni del premier Benjamin Netanyahu secondo cui Hitler all’epoca non voleva "sterminare" gli ebrei, ma "espellerli" e fu convinto alla Soluzione finale dal Muftì di Gerusalemme Haj Amin Al-Husseini, IntelligoNews ha intercettato il co-fondatore del Progetto Dreyfus Gianluca Pontecorvo, anche giovane membro della Comunità ebraica per commentare la "nuova storia" che coinvolgerebbe il leader palestinese all’epoca della II Guerra Mondiale. 

Per Netanyahu "Hitler all’epoca non voleva sterminare gli ebrei ma espellerli". Il Muftì andò e gli disse “se li espelli, verranno in Palestina”.  Parole forti lanciate mercoledì dal Congresso Sionista. Come commenta?

"Sicuramente Netanyahu, prima di esprimersi in questo modo, si sarà avvalso di importanti storici e consulenti. Quello che rimane certo è la connivenza tra i nazisti ed il gran muftì, i quali condividevano non solo idee in comune ma anche molto altro".

Per Herzog è una pericolosa distorsione. Per lei? 

"La storia è storia. Al di là della questione oggettiva, così come avviene in qualsiasi Paese credo che Herzog stia cercando uno spiraglio politico per poter emergere e ritornare ad avere un minimo di visibilità".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]