Lady Gaga si mette tutta a nudo con "Joanne" (e parla anche degli abusi)

21 ottobre 2016 ore 13:25, Adriano Scianca
di Eleonora Baldo

Lady Gaga è tornata con un nuovo album. Dopo "Artpop" e "Cheek To Cheek" arriva "Joanne", in cui si concretizza la svolta pop country della cantante americana. Secondo tutti i commentatori, è il disco che può far risorgere la diva dopo il flop di “Artpop” (2,5 milioni di copie vendute in tutto il mondo, praticamente un sesto di quelle vendute da "The fame"). Il titolo si riferisce a Joanne Germanotta, una zia morta a 19 anni per lupus. Si tratta, quindi, di un ritorno alle origini. Personali, prima che musicali. L'uscita del nuovo disco è stata anticipata da un tour che ha visto Gaga esibirsi in alcuni piccoli locali americani, come a voler ripartire dal basso. 

Lady Gaga si mette tutta a nudo con 'Joanne' (e parla anche degli abusi)
La vena introspettiva è accentuata anche da brani come "Diamond heart", in cui fa anche un accenno agli abusi sessuali subiti a 19 anni. Dietro l'album c'è il genio di Mark Ronson, l'uomo che ha fatto diventare una stella Amy Wineouse. C'è lui dietro l'abbandono della techno e la scoperta di sonorità più profonde. Insomma, una Lady Gaga a tutto tondo, che fa musica anziché anteporvi maschere e personaggi, che si mette a nudo e porta in scena la persona dietro al personaggio. “Joanne” è il vero momento del rilancio, dopo un momento in cui tutto lo showbiz l'aveva considerata persa e irrimediabilmente fallita.


TRACKLIST
01. Diamond Heart - (03:30)
02. A-YO - (03:27)
03. Joanne - (03:16)
04. John Wayne - (02:54)
05. Dancin' In Circles - (03:27)
06. Perfect Illusion - (03:02)
07. Million Reasons - (03:25)
08. Sinner's Prayer - (03:43)
09. Come To Mama - (04:14)
10. Hey Girl - (04:15)
11. Angel Down - (03:49)
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]