Dopo la gaffe di Hillary, Obama prova a rimediare: "Niente codici nucleari a Trump"

21 ottobre 2016 ore 10:25, intelligo
4 minuti basterebbero agli Stati Uniti per lanciare un attacco atomico. Parola e gaffe di Hillary Clinton nel corso dell’ultimo dibattito tv con Donald Trump. Ha detto, testuali parole: “Quando il presidente ordina un attacco nucleare questo deve essere eseguito. Ci vogliono circa quattro minuti tra l’ordine e la sua esecuzione”. Dunque, ora che tutti conoscono un segreto di Stato, svelato per mettere paura agli americani che potrebbero affidarsi al presidente sbagliato, ecco che spunta Obama 
contro il senatore della Florida Marco Rubio: intervenendo a Miami, il presidente americano ha ricordato come l'ex avversario del tycoon alle primarie - tuttora suo sostenitore - dicesse che non è possibile affidare i codici nucleari ad un individuo stravagante come Trump. 

"Io concordo con il senatore americano, un Repubblicano, che un pò di tempo fa ha detto che non possiamo permetterci di affidare i codici nucleari degli Stati Uniti ad un individuo stravagante", ha affermato, nel corso di un comizio a sostegno di Hillary Clinton tenuto alla Florida Memorial University. "A proposito, sapete chi lo ha detto? Marco Rubio". 
Dopo la gaffe di Hillary, Obama prova a rimediare: 'Niente codici nucleari a Trump'
Rubio, ha poi ricordato Obama, definì Trump un pericoloso artista della truffa che aveva impiegato la sua carriera a prendersela con i lavoratori. "Come può definirlo un artista della truffa e pericoloso e obiettare a tutte le cose controverse che ha detto, e poi dire: "Comunque voterò per lui"?", si è chiesto Obama. "Questo è l'indizio di una persona che dirà qualunque cosa, farà qualunque cosa, sosterrà di essere qualunque cosa pur di essere eletto. Se sei disposto ad essere chiunque pur di essere qualcuno, allora non eserciti la leadership di cui la Florida ha bisogno nel Senato americano"
 Dunque Obama rivolgendosi alla folla si è chiesto come i Repubblicani possano sostenere un candidato che chiama le donne maiali, minaccia di ridurre al silenzio la stampa, vuole far incarcerare i suoi oppositori, espellere i musulmani dal paese e si arruffiana il leader russo. "Se avete dedicato la vostra carriera a idolatrare Ronald Reagan, dove eravate quando il vostro candidato alla presidenza si ingraziava Vladimir Putin, l'ex ufficiale dek KGB?".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]