Belen, il matrimonio e… non poteva che essere così

21 settembre 2013 ore 11:45, Marta Moriconi
Belen, il matrimonio e… non poteva che essere così
Non poteva che essere così
: fotografi, vip, folla di fan, opulenza in perfetto stile americano a far da cornice al matrimonio di… Belen. Senza dimenticare che c’era anche lo sposo, Stefano De Martino. E "non poteva che essere così" è il ritornello che IntelligoNews ha scelto per raccontare una favola "argentina"... Non poteva che essere così: lei, la bella, che arriva scortata dalla sicurezza con ombrelli bianchi, saluta la gente festante, e si ritira nelle sue regie camere cercando di allungare il brodo, come dicevano le nonne... Quasi fosse una principessa, lei che è la regina del gossip. Non poteva che essere così: una wedding planner a pensare per lei, a lasciarla libera (mica tanto) di cercare gli obiettivi di telecamere e macchinette fotografiche, senza dimenticare i telefonini. Non poteva che essere così: la storia di un'emigrante argentina, colta da improvvisa ricchezza. Ricchezza che reputa possa bastare per avere un matrimonio elegante. Non poteva che essere così: lo strascico da favola e l’abito bianco (bianco lo voglion tutte). Quello fotografato è talmente stretto e così osè, da far dimenticare che si tratti di una sposa, piuttosto la testa ci dice che sia una diva del cinema.. ah no… una star della canzone… ah no… una Raffaella Carrà nostrana… neanche quello… una fortunatissima bella ragazza sudamericana che sta facendo parlare di sé, ancora una volta, oscurando tutti, dotata di una particolare capacità a farsi pubblicità e di un corpo da “fenicottera” che sa valorizzare. Non poteva che essere così:  sposi di sera, gaudenti fino all'alba. Con Stefano l’”attendente” in blu, arrivato in mercedes. L’ha aspettata a lungo all’altare con Santiago in braccio, paggetto per l’occasione.  Anche lui, a cinque mesi, è di bianco vestito. Non  poteva che essere così: niente basso profilo, no al risparmio, sfarzo e paillettes. Per una donna di 29 anni, ieri compiuti, che corre il rischio di scambiare la finzione con la realtà, lo spettacolo con la vita. Ma questo, come canta Baglioni, “strada facendo”…
caricamento in corso...
caricamento in corso...