Allarme alluvione, in Sardegna 80 Comuni su 100 a rischio

21 settembre 2015, intelligo
Allarme alluvione, in Sardegna 80 Comuni su 100 a rischio
Ottanta Comuni su cento a rischio alluvioni e frane. In totale, il pericolo riguarda centomila persone. Numeri che fanno impressione, al centro del Piano di gestione del rischio alluvioni, presentato oggi ad Abbasanta dagli assessori regionali dei Lavori Pubblici e dell'Ambiente, Paolo Maninchedda e Donatella Spano, e dal direttore dell'Autorità di Bacino, Roberto Silvano. 

Come riporta l’Ansa, il dato complessivo delle aree classificate a pericolosità idraulica è pari a 155.322,80 ettari, di cui 80.643,36 ricadono in classi di rischio più elevato, caratterizzate da tempi di ritorno minori o uguali ai 200 anni. 

Nelle stesse aree vivono 99.479 abitanti, secondo i dati Istat relativi alla rilevazione 2011. I Comuni interessati anche marginalmente dal rischio idrogeologico sono 330, di cui 280 classificati ad un livello di pericolosità elevata. 

EMERGENZA FRANE. Gli ettari complessivi esposti sono 492.278, di cui 332.052 ricadono in classi di pericolosità media, elevata e molto elevata. In questi territori, ci sono 286 Comuni (di cui 280 presentano aree caratterizzate da classi di pericolosità elevate), e vi abitano 99.426 persone. 

LA MAPPA. Il lavoro della Regione è “un atto di pianificazione previsto per legge e che non era stato ancora predisposto. Ora è adottato ed entra in vigore da dicembre 2015”, precisa l’assessore Maninchedda. La pianificazione è legata ad una lettura cartografica minuziosa ed ha riguardato l’analisi degli assi fluviali (58 corsi d'acqua principali per una lunghezza complessiva di 1.117,9 km) “per individuare le zone esatte dove esondano i fiumi, quanti e dove sono i canali tombati, la mappa degli edifici pubblici, delle aree abitate e delle infrastrutture a rischio come ponti e strade”. 

LE RISORSE. Maninchedda insieme ai colleghi degli altri assessorati regionali, lancia poi un appello ai Comuni sollecitandoli ad adeguare i piani di protezione civile e i piani urbanistici, soprattutto rispetto alla nuova pianificazione. C’è un altro dato che colpisce: per mettere in sicurezza la Sardegna servirebbero almeno 1,2 miliardi di euro tra fondi regionali e statali. “La Giunta ha già stanziato 200 milioni dei 417 del mutuo infrastrutture per la mitigazione del rischio idrogeologico”.

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]