Ad Amsterdam arriva barca che si guida da sola. Non solo trasporto

21 settembre 2016 ore 17:08, Americo Mascarucci
Ad Amsterdam sta per partire la sperimentazione di barche in grado di navigare in autonomia.
Il progetto denominato ROBOAT partirà nel 2017 e prevederà l’utilizzo di particolari natanti per il trasporto di merce e persone nei canali della capitale olandese. 
Avrà una durata di cinque anni e, in caso di risultati positivi, potrà cambiare la mobilità di persone e merci, con un conseguente ritorno economico per la città.
 Dietro al ROBOAT c'è la partecipazione del MIT di Boston, insieme all'Amsterdam Institute for Advanced Metropolitan Solutions (AMS), dietro cui si celano partner pubblici e privati che affrontano le sfide complesse dalla vita urbana, dall'uso dell'acqua all'energia, dal cibo ai rifiuti, fino alla mobilità. 
Le imbarcazioni annunciate con questa partnership avranno numerose funzioni. 
Potranno trasportare ovviamente persone e merci, ma anche rilevare lo stato dell’acqua dalla temperatura all'inquinamento fino ad arrivare a realizzare passerelle mobili. 

Ad Amsterdam arriva barca che si guida da sola. Non solo trasporto
"Questo progetto immagina una flotta di barche autonome per il trasporto di beni e persone che può anche cooperare per produrre infrastrutture galleggianti temporanee, come ponti o palchi che possono essere assemblati o disassemblati in poche ore", ha spiegato Carlo Ratti, professore di pratica di tecnologie urbane al MIT.
ROBOAT è dotato di numerosi sensori che non solo gli consentono di muoversi senza alcun bisogno di un operatore ma anche di svolgere altre funzioni come il monitoraggio della qualità dell’acqua o le analisi ambientali e climatiche. 
In futuro è possibile che questi natanti hitech possano essere utilizzati anche per eliminare i rifiuti galleggianti dai canali.
"L'acqua è portatrice di vita. Focalizzando l'attenzione sul sistema idrico della città ROBOAT può creare opportunità per nuovi metodi di rilevamento ambientale e adattamento climatico. Ciò contribuirà a garantire la qualità di vita della città e il suo funzionamento sul lungo periodo", chiarisce Arjan van Timmeren, professore e direttore scientifico AMS.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]