Rio 2016, la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi: i momenti più sensazionali - VIDEO

22 agosto 2016 ore 8:14, Adriano Scianca

I Giochi Olimpici di Rio 2016 sono ufficialmente finiti. Stanotte, all'una ora italiana, c'è stata la cerimonia di chiusura, pirotecnica nonostante un tempo infernale. Il samba e i colori della manifestazione stridevano un po' con il clima rigido e con la pioggia battente, ma tutto è comunque filato liscio. Imponente lo spettacolo dei fuochi d'artificio. Nei vari filmati passati al Maracanà, le grandi imprese, le medaglie vinte all'ultimo secondo, le tante lacrime versate sui podi. Tutto questo prima della premiazione della maratona, la disciplina madre dei Giochi olimpici. 

C'è stato poi il tradizionale passaggio di consegne, con Rio 2016 che ha passato il testimone a Tokyo 2020: il premier nipponico Shinzo Abe, vestito da Super Mario Bross, è sbucato fuori da un mega cilindro al centro dello stadio. Boato dagli spalti. Il portabandiera azzurro era Daniele Lupo, vicecampione di beach volley. Un anno e mezzo fa gli fu diagnosticato un tumore, oggi ha una medaglia d'argento al collo. Ha fatto rumore l'assenza di Pelé, che come nella cerimonia d'apertura non si è fatto vedere. “E' stato invitato e saremmo stati felici di averlo con noi ma non ci sarà”, aveva detto Mario Andrada, il portavoce del Comitato Organizzatore di Rio2016. Per lui si parla di problemi all'anca. Assente anche il presidente brasiliano ad interim, Michel Temer, atteso invece per la cerimonia di inaugurazione delle Paralimpiadi, al via dal 7 settembre.


   
 

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]