Italvolley d'argento: maledizione, errori e quell'oro che non arriva mai [VIDEO]

22 agosto 2016 ore 16:08, Andrea De Angelis
Anche il premier Renzi ha rinviato (e di due ore) un'intervista per vedere la finalissima di ieri. «Diamo le giuste priorità, amici», ha scritto premier sia su Facebook che su Twitter. Ha aggiunto: «Trovo che il posto naturale di un premier in occasioni come queste sia davanti al televisore, non dietro a una telecamera. Dunque — scusandomi con la Versiliana e tutti voi — l’appuntamento è rimandato alle 19.30 o comunque dopo la fine della finale. Stesso posto, stesso luogo, solo dopo la finale». E prima (ma soprattutto dopo) i social hanno risposto, sottolineando come Renzi porti sfortuna agli azzurri (e citando il caso Pellegrini). Insomma, ci risiamo. 

Renzi o non Renzi, l'oro per l'Italia della pallavolo resta un tabù. Eppure la nazionale azzurra in nessun'altra competizione dei grandi sport di squadra (come il volley c'è il basket, o il calcio) ha mai fatto bene nell'ultimo ventennio come nella pallavolo. Sempre in semifinale, ma mai sul gradino più alto del podio. Questa volta, dopo l'epica vittoria contro gli Stati Uniti (azzurri sotto 1-2 con il terzo set perso con un clamoroso 9-25), l'impresa sembrava davvero possibile. Alla faccia di chi ironizzava sulle origine poco italiane della squadra (provincialismo puro). 
Non sono bastate le schiacciate di Zaytsev per battere un Brasile trascinato da tutto il pubblico. Soprattutto all'inizio è mancata quella cattiveria che invece si era vista nella finale per il terzo posto di Londra 2012, ma non (in quel caso) durante la semifinale. 

Italvolley d'argento: maledizione, errori e quell'oro che non arriva mai [VIDEO]
Insomma, il problema è sempre lo stesso: forse perché non trascinati da un intero popolo (come avviene invece con il calcio) o semplicemente per la sindrome del braccino corto nota ai tennisti (e non solo) la medaglia d'oro proprio non vuole arrivare. La squadra però c'è, è giovane e riprovarci tra quattro anni in Giappone sarà non solo possibile, ma doveroso. 

Il video della premiazione di ieri pubblicato da GazzettaTv


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]