Il jazz piange la sua armonica: addio Toots Thielemans, maestro anche "comico"

22 agosto 2016 ore 16:28, intelligo
Se ne va un gigante della musica mondiale. Un numero uno assoluto, di quelli che non si potranno mai dimenticare. Un padre, colui che ha portato l'armonica nel mondo del jazz. E una cosa è certa: non uscirà mai più.

Toots Thielemans, padre appunto dell'armonica a bocca jazz, è morto stamani all'età di 94 anni. Lo ha reso noto il suo agente. Thielemans, che viveva a La Hulpe, si è spento nel sonno nell'ospedale dove era ricoverato da un mese per i postumi di una caduta. Il musicista, nato a Bruxelles, ha suonato con tutti i giganti del jazz della sua generazione: Charlie Parker, Ella Fitzgerald, Quincy Jones, Bill Evans, Frank Sinatra, Ray Charles, Oscar Peterson. Il suo merito principale è aver portato nel jazz l'armonica cromatica, elevandola al rango degli altri strumenti che da sempre appartengono a questo genere musicale. 

Il jazz piange la sua armonica: addio Toots Thielemans, maestro anche 'comico'
Dei problemi ai polmoni lo hanno costretto negli ultimi anni a ridurre sensibilmente le sue esibizioni. Il ritiro ufficiale era avvenuto due anni e mezzo fa, nel marzo del 2014. Prima, almeno così si racconta, lo stesso Thielemans aveva ironizzato sulle difficoltà che provava al petto nel suonare lo strumento di sempre, quell'armonica che, piccolo appunto, in uno dei più apprezzati modelli di cromatica porta il suo nome, la "Toots" della Hohner. Questo l'aneddoto simpatico: "Ho iniziato a suonarla con una pompetta da cucina, ma avevo dolore alle mani - avrebbe detto -, quindi sono passato all'asciugacapelli elettrico, ma ora a farmi male è la bolletta della luce". 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]