Corsaro (FdI): “Renzi uno schiavo della Cgil. Immigrazione? Trovo Alfano imbarazzante”

22 aprile 2014 ore 13:27, Andrea Barcariol
Attacca Renzi, Alfano e l’Unione Europea il deputato di Fratelli d’Italia Massimo
Corsaro (FdI): “Renzi uno schiavo della Cgil. Immigrazione? Trovo Alfano imbarazzante”
Corsaro, intervistato da Intelligonews. Decreto del lavoro, siamo alle battute finali. Lati positivi e negativi? «Fattori positivi faccio fatica a vederli. Renzi alle solite parole roboanti ha fatto seguire risultati deludenti. L’obiettivo era cancellare la Legge Fornero che bloccando il mercato del lavoro ha fatto raggiungere all’Italia vette di disoccupazione, soprattutto per quanto riguarda i giovani. Nella realtà il primo passaggio in Senato ha dimostrato come anche Renzi sia schiavo della componente conservatrice filo Cgil e ha fatto marcia indietro su tutti quei criteri di apertura del mercato del lavoro che sarebbero stati positivi. Il saldo conclusivo di questo provvedimento, nella migliore della ipotesi, sarà di assoluta inutilità». Immigrazione clandestina. Come si deve comportare l’Italia? «Non può essere affrontata dall’Italia da sola. L’Italia deve battere i pugni sul tavolo e pretendere che sia l’Europa a spalmare i flussi su tutti i Paesi dell’Unione Europea. L’Europa invece fino a oggi si è totalmente disinteressata di quello che succede nella principale porta di accesso al continente. Serve una totale modifica dell’atteggiamento dell’Italia, se loro non intervengono noi non rispettiamo più i vincoli che abbiamo e non paghiamo più i debiti. Alle carenze dell’Europa si deve aggiungere una politica nazionale inadeguata. Ad esempio nell’ennesimo svuota carceri c’è l’abolizione del reato di immigrazione clandestina. Questo significa dire ai trafficanti di morte che l’Italia è il naturale punto di approdo. A differenza di quanto avviene in Francia e in Spagna. Tutto ciò è ancora più imbarazzante perché c’è un ministro degli Interni che appoggia una politica culturalmente della sinistra più retriva e continua a sostenere di essere il segretario di un partito di centro-destra. Questa è un’altra delle storture impagabili di questo Paese». A ciò si aggiungono anche possibili problemi di carattere sanitario. Anche se il ministero della Salute minimizza, in questi giorni in Italia si sta diffondendo l’allarme per il virus ebola. «Non c’è dubbio. Ai problemi di convivenza che derivano dall’immigrazione incontrollata si aggiunge adesso un problema di carattere sanitario. A maggior ragione si dovrebbero intensificare i controlli e non abbassare la guardia. Anche in questo il governo è assente. Renzi è bravo a raccogliere un consenso immediato sulle parole ma la gestione dei fatti è ancora più inesistente dei governi precedenti. Renzi è solo chiacchiere e distintivo». L’Europa sembra aver abbandonato l’Italia anche nella gestione della vicenda Marò. «Ci sono organismi internazionali di cui facciamo parte che devono intervenire. Alla Nato forniamo risorse, soldati, vite umane e dobbiamo pretendere che un’organizzazione militare internazionale si faccia carico di responsabilizzare l’India. E’ pensabile che, come nel caso dell’immigrazione, l’Europa lasci un'altra volta l’Italia da sola? Noi facciamo parte di organismi che ci costano economicamente, in termini di vite umane e che ci pongono delle condizioni. Vogliamo avere un minimo di utilità a partecipare a questi organismi? Quando abbiamo problemi internazionali purtroppo se ne lavano sempre le mani. Se è così allora è meglio diventare come la Svizzera».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]