"Una somma di piccole cose", viene dalla campagna l'album-medicina un po' folk di Fabi

22 aprile 2016 ore 8:26, Micaela Del Monte
Il ritorno di Niccolò Fabi ormai è arrivato, con "Una somma di piccole cose” infatti oggi il cantante romani sarà di nuovo disponibile in tutti in negozi di dischi, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. "Un disco-medicina per i momenti di difficoltà, una coccola per chi ne ha bisogno", così Fabi ha descritto il suo ultimo album, un ritorno indie-folk nato, suonato e cantato tutto da solo nel suo studio di campagna in alcuni mesi di completo isolamento. Il risultato è, come dice il titolo, "Una somma di piccole cose", anzi di piccoli stati d'animo, raccontati con voce e chitarra con una semplicità e una delicatezza malinconica (a volte, involontariamente, perfino rabbiosa) e uno stile fuori dal tempo che rimanda ai canoni del cantautorato folk degli anni 70. Nove piccole, preziose canzoni che giocano sulla forza dell'ispirazione, destinate, sono parole di Niccolò, ad essere ascoltate "nelle stesse condizioni in cui le ho scritte, se hai bisogno di fare un viaggio dentro di te".
'Una somma di piccole cose', viene dalla campagna l'album-medicina un po' folk di Fabi
"Da questo punto di vista -dice l'artista- è un disco 'monotono' nel senso che è uguale a se stesso, ha lo stesso sapore dall'inizio alla fine". I testi di Fabi, che come le sue melodie hanno uno stile molto riconoscibile e non concedono nulla alle logiche commerciali radiotelevisive, analizzano in modo molto lucido, a tratti spietato, dinamiche emotive personali e collettive, cantate con una leggerezza delicata ma potente che ne comunica sempre una possibile risoluzione.

Così dopo due dischi corali, il suo “Ecco" e “Il Padrone della festa” (con Silvestri e Gazzè), Niccolò ha scelto di dedicarsi al “disco che avrebbe sempre voluto realizzare” e lo ha fatto in totale autonomia, creandolo e registrandolo in una casa di campagna, sulla scia dei suoi ascolti musicali quotidiani, in particolare il cantautorato folk statunitense. Sintesi di un percorso artistico e umano, “Una somma di piccole cose”, conferma ancora una volta l’originalità del cantautore romano nel mescolare tra loro argomentazioni intime e sociali. Anticipato dai brani “Una somma di piccole cose”, “Ha perso la città” e “Facciamo finta”, che ne rappresentano le 3 anime, l’album si compone di 9 canzoni ed è il risultato di un’analisi molto lucida, a tratti spietata, di dinamiche emotive, personali e collettive.

'Una somma di piccole cose', viene dalla campagna l'album-medicina un po' folk di Fabi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]