Earth Day 2016 celebra la Terra con le FOTO più belle. Carlo Soro mostra l’Italia

22 aprile 2016 ore 13:18, intelligo

di Luciana Palmacci

Ogni 22 aprile si festeggia nel mondo la Giornata della Terra, ricorrenza strettamente legata alla biologa Rachel Carson, la donna a cui il governo degli Stati Uniti chiese a cavallo tra negli Anni 50 un rapporto sullo stato di salute delle coste, e che lanciò per prima l’allarme sull'inquinamento da pesticidi. In concomitanza con l’evento la Fondazione UniVerde e la Società geografica italiana (Sgi) ha indetto la settima edizione del concorso fotografico "Obiettivo Terra" la cui cerimonia di chiusura si è tenuta a Roma e ha decretato vincitore, tra 2000 partecipanti, lo scatto di Carlo Soro. Una stupefacente distesa rosa punteggiata da brillanti formazioni che emergono dall'acqua ritrae le saline che caratterizzano la storia e l’attività del Parco Naturale Regionale Molentargius Saline, in Sardegna. Il fotografo oltre al premio in denaro di mille euro avrà la possibilità di mostrare a tutti il suo capolavoro esposto, come gigantografia, in Piazza Barberini a Roma fino al 29 aprile.

Earth Day 2016 celebra la Terra con le FOTO più belle. Carlo Soro mostra l’Italia
La maxi affissione sarà concessa eccezionalmente anche alla seconda classificata, arrivata quasi ex aequo con la prima, alla quale è stata assegnata una menzione speciale extra concorso “Earth Day 2016 – La forza della natura”. L’immagine, di Giuseppe Mario Famiani, scattata da Cesarò, in provincia di Messina, mostra l’ultima eruzione dell’Etna che si è verificata lo scorso dicembre.
Le foto vincitrici saranno esposte al Galoppatoio di Villa Borghese, mentre le più belle delle aree costiere e subacquee saranno oggetto della mostra "Il mare: polmone blu del Pianeta" che sarà inaugurata il 31 maggio al Palazzo delle Nazioni Unite a New York in collaborazione con Marevivo e la Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'ONU.

Durante la Giornata della Terra nella sede delle Nazioni Unite a New York si svolgerà una cerimonia che darà inizio alla firma del nuovo accordo globale sul clima approvato nell’ultima COP 21 della Convenzione Quadro sul Cambiamento Climatico a Parigi: i rappresentanti dei Paesi dovrebbero anche annunciare i propri programmi per una rapida ratifica e iniziative nuove e più incisive per mantenere il riscaldamento al di sotto di 1,5°C. Una cerimonia senza precedenti con 165 capi di Stato o di governo - un numero record dal 1982, quando 119 Stati siglarono la Convenzione sul mare - con il premier Renzi e il ministro dell'Ambiente Galletti, che in un tweet dice: "siamo orgogliosi di Italia leader in green economy e rinnovabili".

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]