Si "Presta" a Renzi per Cosenza il manager più potente della tv: è l'effetto Gori?

22 febbraio 2016 ore 9:39, Marta Moriconi
Sarebbe stato direttamente Matteo Renzi, senza intermediari, a chiedere al manager più potente della tv di scendere in campo a Cosenza per l'elezione del sindaco. Al Pd l'operazione non piace ma se ripetesse il successo a Bergamo avuto con Giorgio Gori nel 2014 al premier riuscirebbe l'obiettivo marketing o meno della rottamazione, da tempo abbandonato a latere del suo progetto con tanto di verdiniani a fargli da spalla in Parlamento. 

L'uomo giusto al posto giusto è Lucio Presta a Cosenza, con tanto di investitura dall'alto, un po' stile Berlusconi, infatti il Partito Democratico locale è in subbuglio e anche l'alleato Nuovo centrodestra che conta molto nella città calabrese.
Si 'Presta' a Renzi per Cosenza il manager più potente della tv: è l'effetto Gori?
Sarà che è manager di numerose star italiane, sarà che quella città è la sua, ma Presta "si è prestato all'operazione"!
Sarà lui infatti a capo di una coalizione di centrosinistra, e dovrà sfidare un centrodestra di storia quinquennale e anche un sindaco del Movimento Cinque Stelle, che impazza anche in Calabria. Chissà cosa dirà per esempio Roberto Benigni o Mara Venier, che si affidano a lui da anni per la loro attività di artisti a tutto tondo? O cosa gli ha suggerito la moglie, Paola Perego, che è impegnata opra nella conduzione della domenica più italiana che c'è? Pare che tutti lo sostengano, tanto più che vista l'età, 57 anni fa, o adesso o mai più. E Matteo Renzi almeno a Cosenza così riacquista popolarità e forse anche fiducia: perché è chiaro che un uomo di successo è meglio dei soliti professionisti della politica per una cittadinanza, non solo calabrese, che è stufa delle parole e apprezza ormai solo gli uomini del fare. E' un po', se ci pensa, la storia di Berlusconi, che vinse proprio dimostrando che la sua capacità imprenditoriale era la stessa che avrebbe messo in politica. E chissà che la storia non si ripeta. 
Ma quanti sanno che prima Presta era un ballerino? Ebbene sì, nasce come artista a tutto campo anche lui, proprio come Silvio che cantava nelle navi da crociera. 

E Ncd? Guarda e si fa il fegato amaro. 

Secondo i sondaggi d'altronde avrebbe il 10% dei voti e i fratelli Gentile, che rappresentano il partito in città, non essendo stati interpellati (almeno così risulta dalla stampa, ma staremo a vedere) non devono averla presa molto bene. Fatto sta che probabilmente lo sosterranno, come farà anche il Psi, il Centro Democratico e altre liste e partiti minori, perché un uomo del genere non si può lasciar vincere da solo. E dall'altra parte Mario Occhiuto, che ha problemi proprio col centrodestra, vede sfumare il suo sogno di contare qualcosa.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]